mercoledì 16 luglio 2014

Forget Me Not by Yuuki Obata

Sera a tutti, oggi vi parlerò di uno shoujo uscito di recente, edito dalla FlashBook da questo giugno e l'autrice non è altro che Yuuki Obata, molto conosciuta per la celebre opera di Bokura Ga Ita - Noi c'eravamo. Non voglio cianciare molto in questa introduzione ma dedicarmi pienamente a questo manga perché merita davvero essere commentato.


Titolo: Forget Me Not
Titolo originale: Haru Meguru
Autore: Yuuki Obata
Casa editrice ITA: FlashBook
Anno pubblicazione ITA: 2014

"Umeno sognava un'allegra esistenza con l'inizio delle superiori invece si ritrova vittima di bullismo, e disperata dalla situazione, tenta il suicidio buttandosi da un ponte. Fortunatamente la ragazza sopravvive e, quando si sveglia in ospedale, fa la conoscenza di alcuni pazienti più o meno della sua età tra cui un ragazzo di nome Yusei patito del karate. Umeno successivamente si renderà conto di trovarsi nel reparto di oncologia e che il ragazzo con cui instaura un legame speciale è affetto da un osteosarcoma maligno. Ma forse sarà questo avvicinamento a persone che lottano ogni giorno per vivere che Umeno capirà il vero valore della vita. "



Come avete potuto sicuramente notare dalla trama, il tema scelto dall'autrice è molto delicato e non sarà il classico shoujo che si sviluppa tra i banchi di scuola, bensì tra le fredde mura di un ospedale. Hai due protagonisti per il momento verrà dedicato solo il primo capitolo di questo primo volume, mentre quelli successivi si parlerà del passato del protagonista maschile e poi di un altra ragazza ricoverata assieme a loro. Questo primo volume lo si può inquadrare come un prologo, un inizio di una lunga(?) e travagliata storia. Nonostante il tema su cui si sviluppa, l'autrice tenta di non trasmetterci niente di struggente per il momento, cercando come di tenerci a distanza dalla reale sofferenza con un certa freddezza, e più che a disegni, sempre belli e curatissimi, sono le parole a portare avanti questo fumetto. Mi viene in mente la descrizione che troviamo nelle ultime pagine dove una delle ricoverate, dopo aver fatto un brutta fine, parla dell'evoluzione della sua "massa" fino a portare il suo corpo al degrado più totale. Penso che siano parole molto suggestive che toccano davvero nel profondo, a me hanno lasciato un brivido intenso.
Poi è bene ricordare i ringraziamenti dell'autrice alla fine del volume dove si capisce perché ha voluto trattare il tema dei tumori ed è possibile anche comprendere la moltitudine delle pause che effettuava durante il suo lavoro (si ricordi che ad un certo punto Bokura Ga Ita ha cominciato ad uscire piuttosto lentamente) alcuni anni fa. Quindi Obata sensei non ha scelto a caso l'argomento di questo suo shoujo, e non lo affronta banalmente ma con la consapevolezza di una persona che ci è passata anche se non direttamente.
I due protagonisti non li ho ancora inquadrati troppo bene ma la contrapposizione dei loro pensieri, lei che vuole morire e lui che vuole vivere a tutti i costi, è una bella trovata che ho apprezzato, ora però sono curiosa di vedere come si evolverà il tutto nei prossimi volumi!
In conclusione bisogna dire che il manga, essendo edito dalla FlashBook, costa i suoi 5€ e passa quindi ci ho pensato un po' prima di prenderlo anche perché mi ero ripromessa di non acquistare più cose tanto costose ...ma posso dire di aver fatto un buon acquisto che consiglio vivamente soprattutto a chi cerca qualcosa di diverso e con un significato più profondo rispetto ai classici shoujo manga.

1 commento:

  1. Non mi ispira, al momento ho voglia di qualcosa di più leggero.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...