mercoledì 31 dicembre 2014

Buon anno! Uscite Gennaio 2015


Eccoci qua con il primo post dell'anno! Un nuovo anno insieme ricco di shoujo tutti da scoprire e vi faccio i più sinceri auguri per questi 365 giorni che verranno pieni di cose belle, amore e felicità. Cominciamo a festeggiarlo insieme annunciandovi le uscite di questo freddo gennaio che ci introduce in una nuova avventura ♥ -Hime






Planet Manga

  • Hiyokoi - Il pulcino innamorato 13 (8 gennaio)
  • Yuki e Tsubasa - Ali sulla Neve 5 (15 gennaio)
  • La leggenda di Arata 21 (15 gennaio)
  • Ali di farfalla 3 (22 gennaio)
  • Crayon Days 3 (22 gennaio)
  • A un passo da te - Ao haru ride 9 (22 gennaio)
  • Bugie d'amore 14 (22 gennaio)
Star Comics
  • Il ventaglio scarlatto 1 (2 gennaio)
  • Happy Mari - Happy Marrige? 3 (15 gennaio)
  • LDK (15 gennaio)
  • Wolf Girl & Black Prince  8 (22 gennaio)
  • Teen Bride (22 gennaio)
  • I love you, Suzuki.kun!! 17 (22 dicembre)
FlashBook
  • Oh, poveri noi! Tutti a casa Kawai 2
  • Una stella cadente in pieno giorno 8
  • Eppure sogno un dolce amore (shonen ai)
Goem
  • Midnight Segretary 4
  • Alice Academy 16
  • Supplement 7


domenica 28 dicembre 2014

Nuovi shoujo Gennaio - Febbraio 2015

Buondì, cari lettori! Nevica da voi? Qui la temperatura è precipitata di colpo e questa notte eravamo avvolti in una bufera di neve, non vi dico che panico guidare a mezzanotte di ritorno da una serata con gli amici come ogni sabato sera o.o neve, neve everywhere ...poi io che abito in un paesino fuori città, sull'altipiano Triestino,  non ero  troppo positiva, soprattutto perché per tornare a casa mi aspettano sempre delle brutte salite disperse in mezzo alla campagna: panico ghiaccio!

Ma parlando di cose "serie" eccoci con un piccolo post che vi introduce due novità prossime in uscita nei primi mesi del 2015, e che vi introduco con questo post.

Il 2 gennaio la Star Comics sarà lieta di presentarci  "Il ventaglio scarlatto" di Kyoko Kumagai, opera che farà debuttare qua da noi questa mangaka:

"Miku è una ragazza che in vita sua non ha mai conosciuto la paura, in nessuna occasione ...questo fino al giorno in cui inizia, senza volere, ad entrare in contatto con spiriti malvagi intenzionati a ucciderla. Fortunatamente a proteggerla interviene Ryo, un ragazzino apparentemente deboluccio e imbranato, che si rivela essere però un abilissimo esorcista. Il nuovo alleato è pronto a difenderla a qualunque costo!"
Trama by "Anteprima"






Il 3 febbraio invece, sempre la Star Comics, ci farà conoscere un'altra nuova mangaka: Fuyu Kumaoka e la sua opera "Hana-kun, the One I Love":


"Nanase Sakashita è la classica studentessa di liceo diligente ed educata, ma questo non le impedisce di interessarsi ad Hana, il teppista della scuola. Pur non avendo ben chiari i sentimenti che prova, avverte un'irresistibile attrazione nei suoi confronti e finalmente, un giorno, il destino le offre l'occasione per avvicinarlo, facendole ritrovare un oggetto che gli appartiene. Quando tenta di restituirglielo, però, la giovane si sente rispondere che non lo rivuole indietro, visto che ormai è troppo tardi per darlo alla persona che gli piace! Chissà chi sarà questa ragazza?!"
Trama by Anteprima




Io sto ancora riflettendo se prenderli o meno, ma sono decisamente più no che si, almeno per quanta riguarda lo shoujo di gennaio. Quello di febbraio mi stuzzica un po' ma vediamo, c'è sempre il rischio che lo compri mia sorella perché è decisamente nel suo genere XD
Non chiedetemi se ci sono novità da parte della GP Publishing e della JPOP perché, nonostante mi sia messa a frugare un po' sui rispettivi siti, non sono riuscita a trovare nessuna notizia futura e soprattutto sicura.

venerdì 26 dicembre 2014

Jeanne - La ladra del vento divino by Arina Tanumura

Auguri a tutti miei cari lettori! State passando bene le feste? Scartato tutti i regali? Vi state preparando per capodanno? Mi piace un sacco questo periodo dell'anno, è molto rilassante nonostante io sia occupata a studiare per i maledetti esami universitari di gennaio, ma almeno riesco a trovare un po' il tempo per guardare film e soprattutto leggere libri. Oltre ad essere una divoratrice di manga, amo un sacco anche leggere altro quando ho tempo, e sono felice di aver trovato qualche libro sotto l'albero =w=
Cosa vi propongo oggi? Una recensione! Il Natale mi rende nostalgica e anche buona, quindi ho deciso di parlarvi di uno shoujo un po' vecchio ma molto particolare, e dato che ultimamente ho recensito parecchie cose negativamente, questa volta vi anticipo che troverete righe positive su questo fumetto di Arina Tanemura: Jeanne - La ladra del vento divino, uno dei suoi shoujo (più maho shoujo) più famosi in tutto il mondo.



Titolo: Janne - La ladra del vento divino
Titolo originale: Kamikaze Kaitou Jeanne
Autore: Arina Tanemura
Casa editrice: Planet manga
Anno di pubblicazione: 2007
Stato: edito e concluso
Volumi: 7

"Maron è una ragazza allegra e solare di sedici anni, data in affidamento dai genitori a degli amici. Ma a mitigare i momenti di tristezza della giovane c'è  il semi-angelo Fin Fish che le dona i poteri per trasformarsi in Jeanne, la ladra capace di sigillare i demoni che si impossessano delle opere d'arte. Di giorno normale studentessa e di notte una famosa ladra, nient'altro che la reincarnazione di Giovanna D'Arco."



Parto subito con il dire che potrebbe ricordare un po' Saint Tail ("Lisa e Seya due cuori per lo stesso segreto"), ma questo forse per via della doppia identità della protagonista, per i riferimenti religiosi, per il fatto che tutti la credono una ladra quando invece da la caccia a dei demoni racchiusi dentro opere d'arte, insomma fa del bene ma tutti pensano il contrario. Ma sotto questi aspetti forse leggermente assaggiati già in altre opere dove studentesse si trasformano in eroine, Jeanne nasconde una trama più fitta, profonda, religiosa e mistica, e penso che sia questa la marcia in più che rende quest'opera unica del suo genere, insomma stiamo parlando di una "maghetta" che non è altro che la reincarnazione di Giovanna D'Arco! Quindi anche solo questo piccolo dettaglio ci fa intendere che, Tanemura sensei, non vuole fermarsi solo a qualche trasformazione e piccola magia, ma ad una complessa e strutturata storia di reincarnazione.
La protagonista è avvincente, determinata, una vera e propria guerriera: una Maron solare, dolce e positiva di giorno, e una Jeanne abile, combattiva e giusta la notte. Un mix perfetto di personalità condita con l'amore verso l'affascinante Chiaki e le missione notturne ostacolate dal misterioso ladro Sinbad. La cosa poi molto divertente è la migliore amica di Maron, Miyako, figlia del capo della polizia con il desiderio di catturare a tutti i costi la ladra Jeanne non sapendo ovviamente la sua vera identità. Per non parlare poi dei piccoli semi-angeli, Fin e Access, che accompagnano i due "ladri" nelle loro missioni, carini, comici e davvero molto dolci insieme.
Un fumetto profondo, sentimentale, intrigante, che si legge tutto d'un fiato volume dopo volume. Io stessa sono rimasta sorpresa dai capitoli finali, proprio perché assistiamo ad una trasformazione dell'opera. Penso che sia davvero un bel manga e ve lo consiglio caldamente soprattutto se amate gli shoujo con un pizzico di magia: Arina Tanemura da il meglio di se!
Vi avverto comunque che ha riferimenti religiosi che vengono snodati verso le battute finali, a parer mio fanno comprendere meglio l'opera, ma se non sopportate queste cose allora vi dico che il fumetto non fa per voi.
Abbiamo una Tanemura con grande fantasia ma con disegni forse ancora un po' acerbi, atmosfere, luoghi e vestiti meravigliosi, ma i visi, nonostante i suoi grandi occhioni, hanno tratti  spigolosi che perdono un po' di dolcezza, ma insomma stiamo parlando della prima opera lunga della sensei, creata nel 1998, quindi abbiamo di fronte a noi una Tanemura agli albori della sua carriera.

  • Questo fumetto può vantare di un anime con 44 episodi rilasciato nel 1999, che noi possiamo vedere grazie ai fansub (ovviamente presenta molte differenze rispetto al manga);
  • La Tanemura ha realizzato dei doujinshi vietati ai minori di 18 anni (roba hentai per intenderci) sulle coppie di quest'opera. Se siete interessati sono state tradotte da Harebare Kazoku Scan, io non le ho lette perché non sono il mio genere.

venerdì 19 dicembre 2014

Tiriamo le somme sui nuovi acquisti 2014!

Buondì cari dipendenti! Oggi non vi delizio con una recensione nonostante ne abbia già una in cantiere, ma parliamo un po' dei miei acquisti. A fine anno spesso faccio il punto della situazione soprattutto su quante serie nuove ho cominciato ad acquistare.
Il 2014 sta finendo e fino ad un mese fa sono stata parecchio brava negli acquisti, tanto che di numeri uno ne avrò presi giusto tre visto che devo anche mantenere alcune serie all'attivo. Insomma per questi tre non ho resistito, molto semplicemente perché conosco le sensei e seguo le loro opere: Sugar Soldier di Mayu Sakai (è Ribon quindi per me è una garanzia), Teen Bride di Kanan Minami (è sempre stata un pò smut come autrice ma ultimamente si sta disintossicando dalle cose "porcellose") e Forget me not di Yuuki Obata (ero sicura di trovare un fumetto intenso e serio). 


Sugar Soldier (Panet Manga) - Teen Bride (Star Comics) - Forget me not (FlashBook)

Al momento mi soddisfano tutti a parte quel Sugar Soldier che è un po' banalotto ma sotto sotto non mi dispiace, vorrei avere un quadro più chiaro prima di parlarvene, forse perché spero in un piccolo miglioramento.
Ma poi "follia mi travolse" al Lucca Comics, e non per il fatto di aver cucito due cosplay in un mese, ma perché in quel periodo, e poco dopo, ho acquistato altri tre numeri uno O.O


Orange (FlashBook) - Una stella cadente in pieno giorno (FlashBook) - Aruito (Star Comics)


Ma posso giustificare questa follia dicendo che Aruito l'ho comprato perché amo l'autrice Nagamu Nanaji, insomma è la donna che ha creato quell'ansia di triangolo di Parfait Tic, quindi perché rinunciare? (avevo pure letto le scan precedentemente quindi sapevo che sarebbe stata un buon affare) Poi avevo anche messo in conto che in autunno avrei preso un nuovo shoujo viste le numerose uscite che vi ho illustrato QUI, ma stranamente cucendo per Lucca mi erano passate di mente inizialmente.
Arrivata al Lucca Comics stavo cercando l'ultimo volume di Elettroshock Daisy nello stand della FlashBook (invano perchè alla fine era esaurito) e i miei occhi hanno individuato Orange di Ichigo Takano. Avevo letto tante recensioni positive su questo fumetto già da tempo facendo pure caso ai suoi particolari disegni: l'ho comprato! Ed è qui che voglio darvi un avvertimento: la FlashBook ha aumentato ancora i pezzi, difatti questo benedetto Orange costa ben 6€. Però insomma, documentandomi ho scoperto che le sue uscite saranno incostanti, il secondo volume lo vedremo tra mesi e mesi: potrei sopportare la spesa di 6€ ogni tanto soprattutto per un manga su cui ho buone aspettative ...ma comunque mi sono ripromessa di riflettere prima di prendere altre cose FlashBook prossimo anno proprio per via dell'aumento sproporzionato del prezzo. 
E alla fine, sempre dalla FlashBook e sempre per la sua nota popolarità, ho comprato il primo volume di Una Stella Cadente in Pieno Giorno di Mika Yamamori. Questo fumetto non rientra nelle novità perché è uscito un anno fa, e ogni volta che entravo in fumetteria lo sfogliavo e ci facevo un pensierino, è molto particolare sapete, e appena avrò un po' più di volumi in mano mi piacerebbe recensirvelo.

Questo è tutto ciò che riguarda i miei NUOVI acquisti del 2014, con gli shonen mi sono contenuta totalmente quindi almeno in quello sono stata brava. Prossimo anno, per il momento, ho solo una nuova collezione in mente da acquistare (Akai Ito che doveva uscirmi in autunno) e penso che mi dedicherò un po' più alle scan e agli anime visto che ho già abbastanza serie all'attivo.

martedì 16 dicembre 2014

#2 Shoujo Clichè: "il triangolo si!"

Eccoci qua con un altro appuntamento di questa "rubrica d'analisi" che evidenzia le più comuni ma divertenti situazioni shoujo che noi adoriamo! Insomma un manga per ragazze senza questi clichè non è un manga per ragazze u.u
Piton Renato Zero cantava "il triangolo no" e aveva perfettamente ragione, perché quando c'è di mezzo un triangolo amoroso la situazione ...degenera! Ma è proprio questo che piace tanto a noi dipendenti, quindi mettiamo via Piton Renato Zero e le sue vecchie canzoni che non centrano niente, e urliamo al mondo "il triangolo si! Il triangolo è shoujo!"



Si potrebbero dire un sacco di cose riguardo a questo argomento e i vari tipi di intrecci che si possono trovare tra le pagine di un fumetto per ragazze, ma noi analizzeremo questo clichè prendendo in considerazione due tipi di triangoli ricorrenti. Allora, dipendenti, la situazione è molto semplice e tutto dipende dall'interazione tra personaggi e la loro comparsa nel manga:
  • Antagonista -> il triangolo antagonista è il più semplice e banale sulla faccia della terra e vede in azione la coppia principale (che deve finire insieme) più l'arrivo improvviso di un antagonista al loro amore, insomma un personaggio che spunta dal nulla e che mette zigzagane. Che sia un lui o una lei, non importa, la situazione amorosa verrà comunque messa a repentaglio.  (A + B + C) -Attenzione, molte volte si può trasformare perfino in un quadrato se ci sono ben due elementi (di sessi differenti) che vogliono allontanare la coppia principale-
Kaichou wa Maid-sama! by Hiro Fujiwara: tra Usui e Misaki arriva l'amico d'infanzia di lei.


Rockin' Heaven by Mayu Sakai: tra Ran e Sawa arriva l'attore bello e famoso.

  • Incognito -> il triangolo incognito è il peggiore, è quello che fa soffrire di più noi fan e ci costringe a schierarci da una parte o dall'altra non sapendo ancora con certezza come andrà a finire. La situazione è la seguente: nella vita del protagonista entrano contemporaneamente in scena due pretendenti, la cui scelta finale sarà incognita fino alla fine del manga. Di solito in questo tipo di shoujo il personaggio centrale cambia idea più e più volte, è confuso e ...ci mette ansia o.o (B + A + B)
Parfait Tic di Nagamu Nanaji: Hichi o Daya?

Vampire Knight di Matsuri Hino: Kaname o Zero?


Insomma questo è il risultato della mia analisi su questo cliché, ovviamente ci saranno anche delle eccezioni, ma l'universo delle love story shoujo lo si può riassumere così. Un triangolo, all'interno di una storia d'amore che si rispetti è sempre importante e fondamentale per la crescita interiore dei personaggi, per capire realmente qual'è il sentimento più forte, per comprendere la differenza tra amore e attrazione/cotta, insomma è un must da sempre.
Definire un'opera "poco originale" perché siamo di fronte al classico triangolo, lo trovo sbagliato, perché insomma, se non ci fosse non ci sarebbe competizione, determinazione, movimento, guerra(?). È la voglia di lottare per la persona che si ama che manda avanti le storie d'amore da sempre, e così anche i manga per ragazze!

Ovviamente poi oltre a i triangoli troviamo quadrati, pentagoni o harem se vogliamo esagerare. Il più delle volte tutti questi partono di tipo "incognito" e, in caso di harem posso finire seriamente in modo "incognito"(ecco perché tento di evitarli).

Kiss of Rose Princess di Aya Shouto: esempio di pentagono/harem


Io apprezzo i triangoli, insomma mi piacciono anche perché mettono a dura prova il mio cuore da fangirl, l'unica cosa che molte volte mi infastidisce è il fatto che la LEI  protagonista, vittima di un triangolo, sceglie per forza di cose il LUI st***o, popolare e freddo, insomma molte volte lo posso anche capire ma altre volte proprio no ...perché non preferire l'altro LUI dolce e premuroso? Ma questi sono i miei dilemmi della vita, voi invece cosa pensate riguardo a questo cliché? Vi piace? Vi annoia? Che tipo di triangolo preferite?

venerdì 12 dicembre 2014

Diventerai una Star! by Ai Morinaga

Eccomi qui con un'altra recensione! Questa volta vi propongo un fumetto tuttora in pubblicazione da parte della GP Publishing e che mi sta piacendo un sacco nonostante la pubblicazione sia sempre tremendamente leeenta: Diventerai una Star di Ai Morinaga! Questa autrice la conosciamo molto bene qui in Italia per le sue pagine demenziali: 1 segreto X2 (Star Comics), No Grazie! e Club Paradiso (GP Publishing), Il principe papero (Play Press), e fidatevi che se avete amato queste sue opere precedenti, nemmeno questa vi deluderà :)


Titolo: Diventerai una star!
Titolo originale: Kirara no Hoshi
Autore: Ai Morinaga
Casa editrice: GP Publishing
Anno pubblicazione: 2012
Stato: edito in corso
Volumi: 5 (in corso)

"Ayumi Kirara è una studentessa delle superiori dall'aspetto piuttosto comune e per niente appariscente nonostante sua madre sia un'attrice famosa. Suo padre invece, gestisce  un'agenzia di talenti che non naviga in buone acqua soprattutto a causa della partenza improvvisa dell'unica star di successo che riusciva a mantenerli, così decide di lasciare l'agenzia nelle mani capaci della figlia. È difficile però tirare avanti con solo due attori scarsi, quindi Ayumi decide di andare a caccia di talenti, e tutto ciò la porterà ad imbattersi in Hikaru Hoshi e al suo bel viso nascosto dietro a due orrendi fondi di bottiglia. La nostra protagonista, vedendo in Hikaru l'ancora di salvezza per la sua agenzia, lo obbligherà ad entrare nel mondo dello spettacolo ricattandolo con delle foto del suo splendido viso che lui vuole assolutamente nascondere."




Il mondo della spettacolo lo abbiamo visto e rivisto in tutte le salse nei fumetti shoujo e anche questo"Diventerai una star!" affronta sempre i medesimi temi: bei ragazzi, il trucco fa magie, ingaggi scomodi, rivali ecc ...ma a stravolgere questa monotonia, meno male che c'è la conosciuta chiave comica di Morinaga sensei.
La protagonista, Ayumi Kirara, è un personaggio forte, deciso e carismatico, non la classica ragazzina shoujo dolce, gracile e indifesa, forse un po' ingenua in amore ma sicuramente perché la sua mente è proiettata sul lavoro considerando che tutto d'un tratto si ritrova da sola a mandare avanti un'agenzia di talenti. Un personaggio comune, non troppo bella o appariscente in apparenza ma con un fascino tutto suo che pochi sanno cogliere, sa farsi piacere caratterialmente più che altro, ed è sempre pronta ad aiutare il prossimo nonostante abbia il brutto difetto di essere ossessionata dal denaro e dai guadagni.
Il personaggio principale maschile, Hikaru Hoshi, invece è l'esatto contrario di Ayumi: bellissimo fuori ma con un caratteraccio insopportabile dentro. Nasconde da sempre il suo fascino dietro un paio di occhiali e tenta di apparire invisibile a tutti perché non vuole far risaltare il bel faccino che si ritrova e che in passato gli ha procurato inconvenienti sgradevoli. Inizialmente è riluttante ad entrare nel mondo dello spettacolo, ma ricattato da Ayumi, dovrà cominciare a cimentarsi in pubblicità e serie tv, che gli procureranno una grana dopo l'altra, fatti che non potranno fare a meno che farci sorridere (soprattutto quando c'è di mezzo il Boys Love XD). Taciturno, scontroso, timido, lagnoso, preferisce avere a che fare con gli animali piuttosto che con le persone ma che si rivelerà un buon amico e partner nel momento del bisogno. Insomma per smuovere questo personaggio la situazione deve farsi davvero seria! Però mi piace ecco, potrebbe ricordarvi Arata di Switch Girl!!, ma molto meno sentimentale (o almeno per il momento).

Insomma un'opera fresca e divertente, forse un po' lenta soprattutto con gli sviluppi sentimentali che vengono appena accennati, con l'entrata in scena di un futuro triangolo amoroso, in 5 volumi (usciti fino ad ora in Italia), perché come si può notare, Hikaru e Ayumi non sono i classici personaggi da amore a prima vista o sentimenti profondi, hanno altri problemi da affrontare. Però è qui che entrano in azione i personaggi secondari, tutti ben caratterizzati, che secondo me sono la vera chiave di volta per gli sviluppi amorosi.
Oltre ad essere lento il lato sentimentale, la pubblicazione in Italia lo è ancora di più! Sarà che il fumetto non è "decollato" come ci si aspettava? Sarà che danno la precedenza ad altro? La GP Publishing fa uscire questo fumetto dopo anni luce, ed è davvero un peccato. La pubblicazione è cominciata a luglio 2012 e appena QUESTO ottobre è uscito il quinto volume (scandaloso!) soprattutto perché è un fumetto che comprerei volentieri nonostante i suoi 5.90€ (il formato è molto bello e ha la sovracopertina). In Giappone al momento sono usciti 11 volumi, quindi materiale per darsi una mossa ne abbiamo a sufficienza.
Concludo dicendo che è un manga che consiglio soprattutto a chi vuole farsi un po' di sane risate e per chi da sempre ama Morinaga sensei con le sue atmosfere spassose e i suoi disegni classicamente shoujo. Lo consiglierei anche nell'acquisto se le uscite fossero regolari, penso che valga la pena aspettare per questo fumetto, ma visto alcune voci che girano sul suo "fallito decollo", io ormai aspetto con l'ansia che possa venir interrotto da un momento all'altro O.O spero insomma che sia solo un problema di pubblicazione alla fine.

martedì 9 dicembre 2014

Stardust Wink by Nana Haruta

Buongiorno miei cari Dipendenti! Oggi vorrei deliziarvi con una recensione di un'opera di una delle mie mangaka shoujo preferite: Nana Haruta!
In Italia di suo possiamo leggere Love Berrish, Chocolate Cosmos e Stardust Wink, ed è proprio di quest'ultima opera che vi parlerò: la più lunga, la più recente uscita in Italia e ...quella che mi ha lasciato più perplessa!



Titolo: Stardust Wink
Autore: Nana Haruta
Casa Editrice: Planet Manga
Anno Pubblicazione: 2011
Stato: edito e concluso
Volumi usciti: 11 (concluso) 

"Anna, Sou e Hinata sono amici d'infanzia molto legati che frequentano l'ultimo anno della scuola media. Sou e Hinata sono due bei ragazzi e la loro amica Anna non fa che suscitare le invidie della altre ragazze, portando gli altri ragazzi a pensare che lei sia fidanzata con uno dei due. Ma cosa succederà a questo bel trio quando amori nascosti e sentimenti mai rivelati cominceranno ad ingarbugliare le loro vite?"



Tiriamo le somme molto velocemente: ci troviamo di fronte al classico triangolo amoroso, ad una protagonista ingenua e due splendidi amici d'infanzia entrambi innamorati di lei. Una commedia scolastica senza grandi spunti innovativi ma in pieno stile Nana Haruta.

Parto subito con il dire che il personaggio di Anna non mi è piaciuto dall'inizio alla fine, non mi ha trasmesso niente per tutto il manga, decisamente sciocca fino agli ultimi capitoli. Si, insomma si è capito che non mi piace? Ingenua, indecisa, incoerente, fino alla fine non si capisce cosa vuole veramente, e soprattutto chi vuole veramente. Nonostante si dimostri un personaggio divertente per la sua allegria e positività, le paranoie che frullano nella sua testa dopo un po' le ho trovate irritanti: e prima il moro, e poi il biondo, ma forse il moro, tutti e due, e invece ...cambi d'idea continui che ti portano a non vedere l'ora di leggere la fine di tutto questo travaglio.
Il due bei fanciulli, nonostante siano i classici stereotipi del tipo "figo a cui piace litigare" e il tipo "figo ma tenero", mi sono piaciuti decisamente di più (non so perché ma nei fumetti di Haruta sensei preferisco sempre i personaggi maschili). Sou  "figo a cui piace litigare" è intrigante e ti coglie di sorpresa pagina dopo pagina, decisamente carino quando si trova in imbarazzo, e un amico sincero. Hinata "figo ma tenero" ha sempre uno sguardo vacuo e perso tra le nuvole, ma forse è questo a renderlo unico. Dolce, un po' insicuro ma determinato verso la fine, insomma un personaggio che si trasformerà e che maturerà. L'amicizia maschile che lega questi due ragazzi è ben costruita e mi è piaciuta, entrambi farebbero di tutto per il bene dell'altro, per non ferirlo, nonostante questo legame venga messo a  dura prova dai sentimenti che entrambi nutrono per la loro amica d'infanzia.
La risoluzione di questo triangolo, con la scelta finale di Anna, non mi è dispiaciuta ecco, penso che sia stata la parte più "innovativa" di tutto il manga, nonostante la maggior parte delle persone avrebbero scelto l'altro (ho riscontrato questo leggendo vari pareri e commenti in giro), ma se davvero Haruta sensei voleva concludere così questo fumetto ...poteva finirlo decisamente prima dell'undicesimo volume! Insomma per una storia così classica e lenta li ho trovati decisamente eccessivi, tanto che attorno al sesto mi sono arenata terribilmente nella lettura e l'ho ripresa appena, e dall'inizio, quando il fumetto ha finito di esser pubblicato.

I disegni non mi hanno delusa, Nana Haruta è migliorata moltissimo rispetto alle prime opere, e amo il suo tratto così shoujo. Ma ahimè devo ammettere che per quanto siano diventati belli, i suoi disegni non sono riusciti a trasmettermi gran che come mi è successo in precedenza con Love Berrish (<3)
In conclusione posso dire che questo Stardust Wink non ha nulla di particolare, preferisco decisamente le prime opere della sensei che di tanto in tanto rileggo più volentieri. Per quanto possa essere scorrevole e grazioso, alla fine non vi lascerà niente, nessuna emozione, sensazione o brivido di soddisfazione che solo certi fumetti sono capaci di darvi.

sabato 6 dicembre 2014

Kyou no Kira-kun by Mikimoto Rin

Buon ...brrr che freddo o.o si, ormai l'inverno è decisamente arrivato miei cari lettori, quindi scaldiamoci una tazza di caffè (se siete studenti universitari è fondamentale per andare avanti u.u) e gustiamoci un buon shoujo! Oggi vi voglio deliziare con un manga inedito che ho avuto piacere di trovare su internet le scan tradotte in Italiano grazie a ColorfulScan: Kyou no Kira-kun di Mikimoto Rin. La mangaka è conosciuta da noi per il manga Close to you, rilasciato dalla GP Publishing nel 2013 (la pubblicazione è molto lenta come sempre). Era da un po' che cercavo qualche shoujo carino a cui dedicarmi e devo dire di averlo trovato! Si si, sono davvero soddisfatta di questa lettura :)


Titolo: Kyou no Kira-kun
Autore: Mikimoto Rin
Anno di pubblicazione: 2011
Magazine Giapponese: Bessatsu Friend
Volumi: 9
Scan Ita: by ColorfulScan

"Nino e Kira sono vicini di casa e nella stessa classe, ma non si sono mai parlati: lei è schiva, introversa e trasandata, con difficoltà nel relazionarsi col prossimo a causa di brutte esperienze passate; lui è bello, popolare, in apparenza freddo e con uno scomodo segreto. Il loro rapporto cambierà proprio quando Nino verrà a scoprire il triste futuro che spetta a Kira, decidendo così di stare vicino al ragazzo solo quanto lei ad affrontare le difficoltà della vita, condividendo insieme quegli ultimi 365 giorni."



Comincio col dire che è un fumetto delicato soprattutto per il tema tragico messo subito in evidenza sin dalle prime pagine. Di solito detesto quando uno dei personaggi è un malato terminale ma ultimamente mi sono resa conto di essere una calamita per questo genere di fumetti, e il bello è che li adoro ...quindi questo Kyou no Kira-kun non mi ha deluso!
Ho sentito molti paragonarlo a Secret Unrequited Love di Kotomi Aoki ma fidatevi che l'unica cosa che gli accomuna è la malattia del protagonista maschile. Invece a me ha fatto ricordare Hiyokoi per il fatto che lei sia piccolina e tanto timida, con grandi difficoltà nel fare amicizia, e lui il classico belloccio popolare.

La cosa che mi è piaciuta di più: Nino! La protagonista femminile ci viene introdotta come timida, insicura, isolata e trasandata, soprannominata dai compagni di classe come la "ragazza uccello" visto il pappagallo che porta sempre sulla spalla (che si rivelerà una specie di "grillo parlante"), ma pagina dopo pagina, e capitolo dopo capitolo, la nostra Nino si evolverà di bene in meglio. La forza di volontà che dimostra nell'aiutare Kira e di condividere con lui quel pesante segreto, la faranno diventare un personaggio coraggioso e determinato, che desidera solo sostenere ed aiutare il prossimo, che si preoccupa più della felicità altrui che della sua, insomma un gran personaggio. L'autrice, assolutamente geniale, ci fa trasmettere questa trasformazione di Nino e la sua voglia di cambiare tramite il suo taglio di capelli, cosa che mi è piaciuta particolarmente (insomma quando si taglia la frangia all'inizio penso che sia una delle scene più emozionanti *_*).
Del personaggio di Kira invece ho apprezzato molto il lato sensibile che l'autrice ha fatto emergere, e il suo rapporto con la malattia che cova al suo interno. La mangaka fa crollare totalmente la virilità di un ragazzo dimostrandoci quanta sensibilità è capace di nascondere.
Il rapporto tra i due comunque è ben costruito soprattutto per il fattore "tempo", insomma viene scandito molto bene in nove volumi, facendo di questo alto numero una quantità giusta per il genere di manga che ci troviamo di fronte non cadendo mai nel banale nemmeno con i personaggi secondari, e non facendo annoiare il lettore inutilmente. 

L'alternanza di situazioni tragiche viene compensato da scenette comiche e sequenze dolci, e sono proprio queste ultime che ci fanno trattenere le lacrime e sciogliere il cuore =w= insomma la struggenza secondo me viene allentata da positività e determinazione per un futuro felice e migliore dove non bisogna perdere mai la speranza, perché le cose possono sempre cambiare. I disegni a mio parere sono davvero molto belli, le espressioni dei personaggi sono molto particolari e davvero tanto curate a seconda della situazione!
In conclusione è uno shoujo che consiglio, e non bloccatevi all'aspetto tragico con cui viene introdotto, ma apprezzate l'opera nel suo complesso e quello che è capace di trasmettere: una lettura tutta d'un fiato che non vi deluderà, mie cari dipendenti :)

giovedì 4 dicembre 2014

Ristampa per Lovely Complex e Marmalade Boy!

Oggi miei cari dipendenti voglio darvi una bella notiziona che riempie di gioia l'universo shoujo: due manga popolarissimi saranno ristampati qui in Italia! E di chi  sto parlando? Lovely Complex e Marmalade Boy! 
La notizia è stata annunciata al Romics 2014 di ottobre dalla Panini Comics, ma come avete potuto notare ero assente dal mondo blogger in quel periodo. Lo so, arrivo decisamente tardi, e sicuramente la maggior parte di voi ha già appreso la notizia, ma lasciatemi comunque creare questo post! Sono felicissima ^__^


Yuu e Miki da Marmalade Boy
Risa e Otani da Lovely*Complex

La data della ristampa non è ancora stata fissata, tutto  quello che si sa sembra che sia il mese, ovvero marzo 2015. Insomma due colossi del mondo shoujo tornano in fumetteria *.* io adoro quando ristampano manga vecchi perché a parer mio molte volte sono i migliori e non manco mai a comprarli se soprattutto non li ho mai letti e le scan sono introvabili (ma non è questo il caso sta volta!) Prima di marzo vi prometto che almeno uno dei due lo recensirò (ma anche entrambi se riesco XD) perché posso assicurarvi che hanno fatto storia ...e per i più giovani shoujo dipendenti è un'occasione da non perdere!

mercoledì 3 dicembre 2014

Anime: Glasslip

Oggi dedico un post ad un anime che ho appena finito di vedere e di cui vi voglio parlare, anzi mettere in guardia. Glasslip aveva tutte le premesse di un bel anime, dalla sigla, alla grafica, agli intrecci, il tutto condito con una bella spolverata di sopranaturale ma ...ma? Mi ha lasciato un po' perplessa ed è per questo che voglio recensirlo e voglio condividere le mie impressioni con voi.

Sachi,  Hiro, Imi, Yanagi, Tohko e Kakeru.


Titolo: Glasslip
Anno: 2014
Episodi: 13
Disponibilità: sub ita

"Le vite di sei amici si intrecciano in una calda estate. La nostra protagonista Tohko Funami è figlia di un artigiano vetraio e come il padre ama lavorare il vetro, Kakeru Okikura si è appena trasferito in città, Yanagi Takayama sogna di fare la modella, Imi Yukinari cerca di riprendersi ad un'infortunio in modo da continuare a frequentare il club di atletica, Sachi Nagayama ama leggere ed è debole di costituzione e Hiro Shirosaki lavora part-time al caffè di famiglia. L'arrivo di Kakeru comincerà a portare scompiglio e confusione nella vita di Tohko, e il tutto si ripercuoterà sui suoi amici d'infanzia alle prese con l'amicizia e i primi amori."




Negli ultimi anni, di anime con protagonisti gruppi d'amici misti, se ne sono visti parecchi e Glasslip è proprio uno di questi. Insomma già questo ci fa intendere che ci saranno intrecci qua e là che metteranno a dura prova la solidità del gruppo, per non parlare poi dell'arrivo di un nuovo coetaneo per ingarbugliare la situazione. Il piano sentimentale di ogni personaggio è già ben predisposto sin dalle prime puntate e facilmente intuibile, ma è un anime a cui non bastavano gli intrecci romantici per mandare avanti la vicenda.
L'incontro tra Tohko e Kakeru, personaggi più in rilievo rispetto agli altri, ci farà capire che l'anime vuole buttare dentro dal nulla una bella dose di sovrannaturale con "visioni del futuro" attraverso il vetro o oggetti comunque "luccicosi", cosa che legherà i due personaggi e li porterà a coltivare uno profondo legame l'uno verso l'altra. L'idea l'ho trovata carina all'inizio ma man mano che si va avanti non ci ho capito niente, insomma l'anime diventa sempre più frammentario e vago, e non si capisce dove vuole andare a parare dopo che quasi un intero episodio viene dedicato ad una visione piuttosto bizzarra dove i due protagonisti si invertono i ruoli (lei diventa la nuova arrivata e lui l'amico d'infanzia di tutti gli altri), insomma cosa centra con quelle che, fino all'episodio precedente, chiamavano "visioni del futuro"?
Il personaggio di Kakeru poi è decisamente piatto e freddo, le sue espressioni facciali sono totalmente inesistenti nonostante ammetta di essere innamorato: difficile da inquadrare! Mi ha deluso un sacco come protagonista maschile, mi aspettavo qualcosa di più.
Tohko invece l'ho trovata una normale eroina romantica, immersa sempre nei suoi hobby e in quella banale ma piacevole quotidianità. Non ho niente da ridire su di lei perché mi è piaciuta sin dall'inizio, forse un po' tonta ogni tanto ma  anche determinata quando si mette in testa qualcosa.
Degli altri personaggi c'è poco da dire, le loro situazioni sentimentali non fanno gran che strada in 13 episodi, qualcuno viene rifiutato, qualcuno si arrende e qualcuno continua a provarci, ci sono dei cambiamenti e miglioramenti si, ma davvero minimi ...insomma non si capisce se Hiro (il personaggio che mi è piaciuto più di tutti) sia riuscito a mettersi con la sua Sachi che a quanto pare era innamorata di Tohko ò.ò
Aggiungo ancora che ai polli che girano per la scuola è stato attribuito un ruolo decisamente troppo fondamentale, soprattutto nel far avvicinare i nostri due protagonisti ...assurdo lo so.

La grafica comunque è impeccabile! Mi è piaciuto un sacco il design dei personaggi, i colori e l'illuminazione, per non parlare dei luoghi che compongono la cittadina in cui si svolge la vicenda: davvero bellissimi e d'impatto. Le sigle di apertura e chiusura le ho apprezzate molto, e pure l'audio e il doppiaggio erano buoni. Insomma tutte caratteristiche che avrebbero fatto di Glasslip un buon anime se la narrazione degli eventi non fosse stava così vaga e poco  chiara.
Romantico, sentimentale, scolastico, slice of life, i temi erano buoni ma da metà anime in poi ti chiedi davvero dove vuole andare a parare e che fine ha fatto la trama principale (c'era una trama??)
Se davvero non avete di meglio da fare guardatela, al massimo potete dare una chance al primo episodio, ma se avete una lunga lista di anime che seguite/volete seguire, e Glasslip è incluso ...passate piuttosto ad altro, non è indispensabile.

lunedì 1 dicembre 2014

Uscite dicembre 2014

E anche dicembre è arrivato! La sentite anche voi l'atmosfera natalizia che pian piano comincia a riempire la vostra città? Io si, alzo gli occhi e vedo le luci già appese lungo le strade, e le piazze
principali di Trieste vengono addobbate con i primi alberi: il Natale è decisamente alle porte! E voi che shoujo vorreste sotto il brillante abete? Ecco la lista dei manga che troveremo sotto l'albero di Natale nella nostra fumetteria di fiducia :)



Planet Manga

  • Yuki e Tsubasa - Ali sulla Neve 3 (4 dicembre)
  • Sugar Soldier 5 (4 dicembre)
  • Il Fiore Millenario 6 (11 dicembre)
  • Liar Lily 15 (11 dicembre)
  • I bonbon magici di Lilly 2 (11 dicembre)
  • Cat's Ai 6 (18 dicembre)
  • Vampire Knight romanzo - Sogno d'argento
Star Comics
  • Crazy for you (3 dicembre)
  • Aruito - Moving Forward 2 (18 dicembre)
  • KurageHime - La principessa delle meduse 10 (24 dicembre)
  • The flower and the beast 2 (24 dicembre)
  • Switch Girl!! 25 (24 dicembre)
  • I love you, Suzuki.kun!! (24 dicembre)
FlashBook
  • Full Bloom Darling (volume unico!)
  • Primo amore 6
  • Dreamin' sun 10
Goem
  • Otomen 12
  • Alice Academy 16
  • The Jewel box 1
  • Supplement 7

Come ben notate non ci sono 2 case editrici: la JPOP e la GP. Perché? Perché le loro uscite sono inaffidabili, soprattutto della GP ...aspetto shoujo da mesi ma neanche l'ombra di un'uscita, e la JPOP invece fa un pò come vuole. Se avrò news aggiornerò sempre su questo post, quindi controllate ogni tanto :)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...