giovedì 20 agosto 2015

Recensione: Orange - Lettere dalla me stessa del futuro

Buona estate dipendenti ♥  oggi vi delizio con una recensione su un manga che ha riscosso molto successo negli ultimi anni, edito in Italia da novembre grazie alla FlashBook, e che fa parte della mia classifica di quelli che ultimamente "leggo più volentieri". Oggi vi presento Orange di Ichigo Takano.


Titolo: Orange
Autore: Ichigo Takano
Casa editrice: FlashBook
Anno di pubblicazione: 2014
Stato: in corso
Volumi: 3 (di 6)

" Nella primavera dei suoi 16 anni Naho Takamiya riceve una lettera da se stessa 10 anni nel futuro. All'inizio Naho pensa che si tratti di uno scherzo ma cambia idea quando gli avvenimenti che vengono descritti nella lettera accadono veramente, tra cui il trasferimento di un nuovo studente Kakeru Naruse. La lettera finisce con la preghiera della Naho del futuro alla Naho del passato di prenderdsi cura di Kakeru, perchè con suo grande rimorso nel futuro lui non ci sarà più."


La cosa che mi ha colpito principalmente di questo manga è il mix perfetto tra surreale e scolastico che l'autrice è riuscita a creare. Il fatto della lettera dal futuro che riceve Naho da essa stessa, per salvare la vita a Kakeru, gioca il ruolo "assurdo" in tutta la vicenda, ma è un assurdo quasi credibile, insomma un sopranaturale che man mano che il fumetto va avanti ci da spiegazioni logiche mescolando una buona dose di fisica, non è una "magia" campata in aria così dal nulla.

Riscontriamo comunque dei classici stereotipi che ultimamente sono molto frequenti tra i manga: un gruppetto di amici misto, una protagonista insicura che si innamora del nuovo compagno di classe, il ragazzo popolare innamorato della protagonista (molto maturo tra l'altro e non insistente), un triangolo amoroso e un'ambientazione scolastica. 
Tutto il manga è sostenuto da uno stato di suspance, Naho che legge la lettera di se stessa dal futuro che le chiede di cambiare un evento, lei che cerca di prendere coraggio e migliorare la situazione, l'evento cambia o non cambia? Ci sono conseguenze? Insomma è imprevedibile perché non sempre le cose riescono ad andare per il vero giusto, e quando cambiano direzione si modificano di conseguenza gli eventi successivi. Mi piace l'atmosfera che si crea, e scandisce anche bene le emozioni e i sentimenti della nostra protagonista molto insicura, rendendola un personaggio molto profondo che matura nel tempo.

I personaggi approfonditi sono essenzialmente tre per il momento, quelli che compongono il triangolo: Naoh, la protagonista, Kakeru, il protagonista maschile che bisogna salvare cambiando il corso degli eventi, e Suwa, il ragazzo popolare innamorato di Naoh ma strettamente legato a Kakeru tanto che è disposto a farsi da parte per la felicità di quest'ultimo. Gli altri tre personaggi per il momento sono molto come l'insalata, fanno da contorno alle "portate principali", ma forse alla fine del terzo volume avremo una piccola svolta che li coinvolgerà un po' di più.


Il racconto è scandito tra il presente e il futuro, ci sono piccoli flash che mostrano la situazione futura dalla quale proviene la lettera.

I disegni sono molto semplici, non mi entusiasmano troppo ogni tanto perché trovo il tratto dell'autrice ogni tanto un po' grezzo e molto marcato, ma nel complesso forse sono molto più realistici di molti altri
Il manga è edito dalla FlashBook da novembre 2014 al prezzo di 6.90€. Il costo è decisamente alto ma non me ne sto pentendo (non ancora almeno) perché è quel genere di fumetto che cercavo, che mi invoglia a leggerlo sempre di più!


  • In Giappone è il quinto manga più raccomandato del 2015
  • A dicembre 2015 uscirà il live action, questa notizia l'ho scritta QUI
  • L'autrice ha già sbarcato in Italia grazie alla FlashBook con il fumetto Dreamin' Sun

3 commenti:

  1. Ne avevo sentito parlare bene e adoro il mix di scolastico e soprannaturale. Per ora l'ho lasciato da parte per via del tratto e soprattutto del costo: sto già seguendo il bellissimo Ooku che costa una svalangata e non ce la faccio ad aggiungere anche questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho presente Ooku, magari ci do un'occhiata ...comunque è meglio portare avanti una manga costoso alla volta!

      Elimina
  2. L'ho completato da poco ed è piaciuto anche a me, anche se il finale lo immaginavo completamente diverso! Concordo sul fattore prezzo, se ci fossero state delle tavole a colori avrei anche potuto capire... va beh!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...