lunedì 30 novembre 2015

Recensione: Cuore di Menta - Il mio gemello è un travestito

Buongiorno dipendenti ♥ oggi ho deciso di sfornarvi una recensione su uno shoujo che ho letto negli ultimi anni approfittando della ristampa di tre volumotti proposta dalla Planet. Cuore di Menta, della ormai nota Wataru Yoshizumi, è arrivato il Italia nel 2001 con dodici volumi, per poi esser ristampato nel 2012 in tre volumi consistenti. Ristampa? Fumetti vecchi? Yoshizumi? Insomma l'ho comprato non sapendo esattamente a cosa andavo incontro.


Titolo: Cuore di Menta
Titolo originale: Mint na Bokura
Autore: Wataru Yoshizumi
Casa editrice: Planet Manga
Anno di pubblicazione: 2001 prima edizione, 2012 seconda edizione
Volumi: 12 volumi prima edizione, 3 volumi seconda edizione
Stato: conclusa

"Noel e Maria sono una coppia di gemelli di sesso opposto, molto unita. Un giorno Noel scopre che la sorella ha deciso di frequentare una scuola media con dormitorio, perché vuole seguire il senpai della quale è innamorata. Il gemello non ha nessuna intenzione di separarsi dalla gemella, così decide di iscriversi anche lui alla stessa scuola. Peccato che ci sia un problema: l'unico posto libero rimasto è nel dormitorio femminile. Noel non si arrende, farebbe di tutto per stare con Maria, così decide di armarsi di gonna e parrucca, spacciandosi per una ragazzina. 
Quanto durerà la recita di Noel?"

Il manga con cui abbiamo a che fare è un'opera tranquilla, divertente e ogni tanto pure no-sense. A mamma Waturu piacciono le situazione famigliari bizzarre, quindi perché non mettere un po' di pepe tra una coppia di gemelli?

Il personaggio di Noel è piuttosto cretino ma anche frizzante e simpatico, sicuramente è lui il protagonista indiscusso che fa muovere la vicenda. Essendo uno studente all'inizio delle scuole medie, non ancora in età puberale, gli viene abbastanza semplice travestirsi da ragazza visti i tratti dolci, e almeno qui la sensei un po' ci azzecca, insomma sarebbe stato un po' strano se fosse andato al liceo. Noel si preoccupa molto dell'aspetto, tralasciando l'atteggiamento e il carattere mascolino per niente femminile. Il nostro combina-guai vestirà i panni di una ragazzina estroversa e scherzosa, cosa che involontariamente attirerà l'attenzione dei ragazzi.
Maria, la gemella del protagonista, è molto stereotipata da tutti i punti di vista, una Mary Sue per eccellenza, spicca più o meno in tutto e  vive continue pene d'amore che la assilleranno per tutta la durata del fumetto. Se con Noel si esce dalla realtà con qualcosa di assurdo, Maria d'altro canto non ci da niente di nuovo, è un personaggio piuttosto visto e rivisto tanto da risultare noioso.
Di personaggi secondari c'è ne sono molti, soprattutto se parliamo di interessi amorosi che entrano ed escono nella vita dei personaggi. 

Se Noel si prenderà un cotta per l'affascinante compagna di stanza, che lo accompagnerà nel corso di tutto il manga, Maria vivrà un vita molto simile alla protagonista di Random Walk (il più terribile fumetto della Yoshizumi!), e passerà  da un ragazzo all'altro cercando di capire qual'è quello adatto a lei. Il fumetto vuole farsi amare per il suo lato comico fin da subito, ma verso la fine viene dato davvero troppo spazio per le pene d'amore facendo sfumare l'ironia con la quale ci ha conquistati.

L'opera è della fine degli anni '90, quindi lo stile di disegno è affine a quello di Marmelade Boy, pubblicato anni prima nella stessa decade. Non ho trovato grandi differenze, forse più vignette deformed per rendere il tutto più comico e infantile, ma il tratto della Yoshizumi rimane uguale.

È un manga che all'inizio mi è seriamente piaciuto, fanno bene i fumetti spensierati, però verso la fine mi ha annoiata portandomi a domandarmi che senso aveva, perché non mi ha lasciato niente (contante che sono andata un po' ad occhi chiusi con il suo acquisto!) 
Se siete fan della Yoshizumi allora non lasciatevelo scappare, se amate le commedie allegre un po' no-sense dategli una possibilità, se volete qualcosa di diverso e profondo, allora non fa per voi.

domenica 29 novembre 2015

Ai Yazawa: pubblica il calendario 2016 di NANA

Un grande ritorno a fine anno per una delle autrici shoujo più famose e amate da tutto il mondo. La notizia sta rimbalzando in tutto il web, perché quando si parla di questa sensei e di una sua specifica opera, i fan non riescono a stare buoni! 
Ai Yazawa si fa risentire con una sorpresa: il calendario 2016 di Nana. 
Allegato al magazine giapponese Cookie, il 26 novembre 2015, è uscita una sorpresa del tutto inedita, segno che Yazawa sensei a ripreso la matita in mano ...forse c'è speranza che la mangaka completi la sua opera in questo 2016?




Sperar non nuoce, Nana è sospeso ormai dal 2009, causa gravi problemi di salute dell'autrice. Nel 2013 Yazawa sensei ha dato qualche segno di vita realizzando qualche piccola illustrazione, speriamo allora che questo calendario annunci il suo ritorno in pista, insomma quanti lettori attendono con impazienza la fine di Nana?

Gennaio - Febbraio con Nana Osaki

Marzo - Aprile con Hachi e la figlioletta
Maggio - Giugno con Hachi e Shin
Luglio - Agosto con Hachi, Nobu e Yasu
Settembre - Ottobre con il piccolo Ren, Takumi, Reira e Naoki
Novembre - Dicembre con Hachi nell'appartamento 707



Fonte: shoujolove - NanaFB

mercoledì 25 novembre 2015

Progetto GLOSSARIO - guida per non perdersi nell'universo shoujo

Buon giorno miei cari lettori ♥ cominciamo la settimana con una piccola novità nel blog.
Dopo varie riflessioni, e dopo aver scritto parecchi post in cui usavo termini strettamente mangofili(?) /filogiappo(?) ho deciso di creare una pagina assestante nel blog dove raccolgo piano piano tutte le parole bizzarre che potrebbero risultare sconosciute a chi si sta appena avvicinando all'universo dei fumetti giapponesi.
Molti lettori fanno parte di questo mondo da anni, molti invece sono new entry curiosi che stanno muovendo i primi passi (e magari si chiedono cosa voglia dire la stessa parola shoujo nel titolo!)


Il glossario verrà aggiornato di tanto in tanto (ho già cominciato!) potrete trovare le parole dell'universo giapponese strettamente legate ai manga (dai generi, ai nomi, a parole ricorrenti), ma anche piccole curiosità sulle nostre Case Editrici italiane e le riviste giapponesi dove vengono pubblicati i shoujo prima di venir serializzati (Ribon, Sho-Comi, Margaret), sono indispensabili per capire il target d'età a cui si rivolge l'opera.
Questo è tutto per oggi!

lunedì 23 novembre 2015

Annunci Planet e Goen per inverno 2016

Buondì ♥ cominciamo la settimana carica di novità con tre nuovi annunci recenti che scalderanno il freddo inverno che si prospetta.

Planet Manga

Liselotte e la foresta delle streghe by Natsuki Takaya

"Una ragazza a cui il destino ha tolto tutto. Una foresta in cui ogni cosa può accadere. Un sogno a cui lei, Liselotte, non può rinunciare ..."

La Planet torna alla carica a gennaio con un nuovo shoujo. L'autrice non è nuova qui in Italia, infatti è conosciuta per il famoso Fruit Basket.






Goen

L'incanto della strega by Tomu Ohmi

"Kaoruko gestisce un'erboristeria in una piccola cittadina di mare. Un giorno, un uomo misterioso vestito di nero di nome Kaname Hibiki entra nel suo negozio e le rivela che è in realtà una strega e che per di più ha bisogno di lui per risvegliare il suo potere! Ma le sorprese non finiscono qua dato che la madre di Kaoruko le ha infuso il potere di Regina delle Streghe, facendola così diventare un bersagli per tutti coloro che vorranno rubarle il potere. Ma Kaname le dice che è lì per proteggerla ..e come prima cosa, la bacia!"

Ohmi sensei torna nuovamente in Italia a gennaio 2016, l'abbiamo conosciuta per Midnight Secretary, sempre edito dalla Goen, e adesso ci spiazza con un manga avventuroso dalle tinte rosa e un po' smut (con contenuti erotici.)




Zyklus; Code by Ai Ninomiya & Ikumi Takagiri

"Gli strumenti musicali possiedono mente e corpo, sentimenti e pensieri. Quando vengono buttati via possono corrompersi diventando violenti e sanguinari. Petrushka è uno strumento diverso dagli altri: non riesce a produrre musica. Dopo esser stata raccolta dalla spazzatura dal misterioso Rentarou, i due collaborano per placare la disperazione di un liuto e scoprono la verità che si nasconde dietro alla mancanza di abilità di Petrushka. Riuscirà Rentarou a far uscire il suo talento nascosto?"

Trama:animeclick

Strumenti musicali umanizzati, è questa la novità che ci propongono le due autrici già note qui da noi per Are you Alice?, un  misto tra sopranaturale e sentimentale. Il mese d'uscita non è ancora stato annunci.

Cosa ne pensate di questi nuovi annunci? Devo dire che quelli della Goen mi incuriosiscono ^^

sabato 21 novembre 2015

Giorno 14 - Un manga o anime che ti ha fatto piangere

Piango spesso per i libri, i fumetti mi fanno piuttosto emozionare, però c'è stato uno che davvero mi ha straziata: La Clessidra - Ricordi d'amore di Hinako Ashiara, che vi ho già citato nel Giorno 8 (Il manga che raccomanderei a tutti).


Il fumetto sviluppa la vita di An, dalla tenera infanzia fino all'età adulta. Una vita non facile, fatta di alti e bassi, gioie e dolori. Comincia con uno stabile presente, si tuffa in un lungo flash back passato, per poi ritornare al presente.
È uno shoujo che verso la fine si trasforma in josei (un fumetto più maturo e adulto), che affronta un presente vero e contorto, dove la felicità ottenuta non è quella che la protagonista vorrebbe realmente. Il passato che torna nei suoi ricordi diventa presente, diventa consapevolezza che le cose possono cambiare di nuovo, perché la clessidra del tempo continua a scorrere senza fermarsi mai.

I disegni sono semplici, ma è come viene scandita la storia che rende questo fumetto unico. Ti trascina giù, ti risucchia completamente, ti immedesimi nella vita di An, in ogni suo granello del tempo, e soffri con lei ...piangi con lei.
Può sembrare strano ma quando rileggo questo fumetto mi blocco sempre, mi prende il magone e se provo a continuarlo scoppio a piangere dopo un po'.

In ogni caso è un manga che consiglio vivamente di leggere, se siete meno emotive di me lo affrontate in modo diverso e vi risparmiate le lacrime, alla peggio vi prendono i sudori freddi,

giovedì 19 novembre 2015

Giorno 13 - La miglior scena epica di sempre

Penso di non avere una scena epica per eccellenza, non penso di riuscire a dare una definizione di epico ben centrata, cos'è epico in un manga? Mettiamola così, per me è qualcosa di emozionante. Un sequenza di immagini che mi fa tenere con il fiato sospeso, che ti fa percorrere i brividi lungo la schiena fino a farti venire la pelle d'oca.

Io sono una persona semplice, molto emotiva, mi emoziono davvero con poco ...per dire, ho il fiato sospeso ogni volta che due personaggi sono lì per lì per baciarsi, o anche uno scambio di sguardo complice che vale più di mille parole. Quindi mi limiterò ad un'opera più semplice e banalotta ma che ha fatto centro con una certa scena verso la fine: Cortili del Cuore, il mio shoujo manga preferito di Ai Yazawa.

1
2

3
4

È una delle scene finali, quando la protagonista deve affrontare la prova finale del suo liceo ovvero la sfilata di moda, il tema da elaborare è il matrimonio. Quando ho visto la nostra Mikako salire sulla passerella, decisa e con i suoi occhioni ben aperti, mi sono venuti i brividi. Le scene successive ci trascinano nella sua "camminata del trionfo", passo dopo passo, accompagnate dai dettagli del vestito, gli sguardi sorpresi degli amici e soprattutto quello di Tsutomu che la guarda così spiazzato, incantato e rapito dalla ragazza che ama in tutto il suo splendore, che non riesce neanche a fotografarla. La tavola 4 è qualcosa di fantastico ♥ i disegni parlano da soli. È una delle migliori scene epiche negli shoujo manga secondo me.

"30 giorni di anime e manga presa da Prevalentemente anime e manga"

lunedì 16 novembre 2015

Recensione: Io ti salverò - Quattro ragazze tutto pepe per ogni storia

Eccomi qua ♥ oggi  torno per deliziarvi con una recensione di un volume unico. Il fumetto in questione fa parte delle ultime uscite della Planet manga ed scritto e disegnato dalla ormai conosciuta Yoko Maki (I love you baby, Taranta Ranta, Pika Ichi).


Titolo: Io ti salverò!
Titolo originale: Sekai wa kimi no sukuu
Autore: Yoko Maki
Casa editrice: Planet Manga
Anno di pubblicazione: 2015
Stato: conclusa
Volumi : volume unico

"Quattro storie d'amore che sbocciano tra i banchi di scuola per quattro protagoniste tutto pepe dal carattere difficile e bizzarro: una giustiziera scorbutica senza amici che controlla che tutti seguano le regole scolastiche (Io ti salverò!), una ragazzina dall'aspetto troppo carino sotto cui si nasconde un vero diavolo (Boku no Candy), la protagonista solitaria amante della lettura  ma con un carattere che si  rivela piuttosto intraprendente in amore (Clear Note) e una studentessa grezza e sboccata che maltratta a parole il suo compagno di banco della quale è innamorata (Green Boy x Blue Girl)."


È un volume unico relativamente semplice che non ci offre niente di nuovo, una raccolta di storie d'amore scolastiche diverse l'una dall'altra ma sempre con una protagonista un po' fuori dagli schemi: a Yoko Maki piacciono le ragazze con carattere bisognose d'effetto per calmarsi.

Anche qui troviamo due  temi principali, isolamento e bullismo, che sono spesso ricorrenti nelle opere della mangaka, un po' meno sviluppati ma piuttosto fondamentali per l'evoluzione di ogni storia.

Il titolo "Io ti salverò" è tratto dalla storiella principale che occupa ben due capitoli. Nonostante sia la più lunga, forse è quella che mi è piaciuta un po' di meno, ho trovato le ultime due più interessanti e divertenti, forse perché erano anche più "intraprendenti" per lo standard sociale giapponese.
Maki sensei all'inizio ci regala dei disegni dolci e leggeri, ma man mano che le storie si susseguono ho notato, con piacere, che il tratto diventa più deciso e marcato, forse molto più in sintonia con i caratteri dei personaggi, in special modo dell'ultima storia (la mia preferita nonostante sia più corta). Ad ogni modo i suoi disegni sono sempre fantastici, in continuo miglioramento, alcune scene mi hanno lasciata con il fiato sospeso e il sorriso sulle labbra.

Se siete amanti di Yoko Maki e delle storie un po' banalotte e carine, è un fumetto che consiglio, il target è quello della rivista Ribon ovvero rivolto ai primi anni dell'adolescenza (prima o poi dovrò farvi una spiegazione delle riviste giapponesi, ricordatemelo!) , primi amori, occhioni grandi, retini luccicosi e floreali. È un volume unico che mi ha particolarmente sorpresa, non ero troppo entusiasta all'inizio, ma è stata una lettura piacevole e non mi sono pentita dell'acquisto: volume unico "made in Ribon" e una combinazione che funziona bene!

venerdì 13 novembre 2015

Giorno 12 - Una trasposizione anime che è meglio del manga

Di principio io prediligo sempre, da sempre, i fumetti. Non guardo troppi anime perché sono già impegnata a seguire serie tv, ma se qualcosa sembra interessante gli do comunque un possibilità. La maggior parte degli anime gli abbandono dopo un po' se non mi prendono troppo, ma uno in particolare ha lasciato il segno. Kaichou wa Maid-sama!, conosciuto anche Maid-sama: la doppia vita di Misaki, è l'unico caso in cui io abbia preferito l'anime che il manga, infatti non per niente e una delle poche recensione anime che vi ho fatto.


Rispetto al fumetto i disegni sono molto più dolci e curati, meno spigolosi. Le conversazioni tra i personaggi sono piacevoli da seguire ed è tutto molto più comico e divertente, visto che è una commedia degli equivoci senza grandi pretese, vuole solo farci sorridere inizialmente e sciogliere alla fine. Il manga l'ho trovato molto pesante nella lettura e nella successione degli eventi, mentre l'anime è molto più fluido nella sua narrazione.
Nonostante ci sia una sola serie e non completi il fumetto, almeno ci da il finale che ogni fan sperava, concludendo la parte sentimentale della vicenda senza lasciare in sospeso tringoli e rapporti. Questa cosa l'ho apprezzata molto e stranamente non mi ha fatto desiderare né una serie successiva né leggere il fumetto fino alla fine (mi sono spoilerata un po' di cose a dire il vero) perché secondo me il succo di ciò che ci vuole trasmettere quest'opera lo troviamo semplicemente in questi 24 episodi. Al massimo rimangono in sospeso gli scheletri nell'armadio del protagonista maschile, Usui, e delle sue misteriose origini, ma dal'altro canto la protagonista vera è quel terremoto di Misaki, e il suo ciclo di maturazione viene completato molto bene.

"30 giorni di anime e manga presa da Prevalentemente anime e manga"

giovedì 12 novembre 2015

Giorno 11 - La tua prima cotta per un personaggio anime

Il meme continua! Qui andiamo sul banale, perché la maggior parte delle ragazze nate agli inizi degli anni '90, come me, ha avuto una stratosferica cotta per Herik/Akito Hayama ♥ 

Pure io quando ero piccina mi sono presa una sbandata per il biondo dal fascino glaciale, che poi ha dato il via ad una serie di fisse per i ragazzi dei cartoni animati biondi (Matt di Digimon, Yuu di Marmelade Boy, Edward di FMA) ma pure nella realtà la fissa ha preso vita, quindi so di chi è la colpa.

Estetica a parte, è un personaggio che all'inizio ci viene presentato come il classico ribelle strafottente piuttosto insopportabile, ma che poi grazie a Sana scopriremo la storia molto profonda che si porta sulle spalle e l'affetto che inizierà a provare per quella ragazza. Un duro dal cuore tenero con anche un po' di senso dell'ironia ♥ Herik non è di certo passato inosservato sui nostri schermi televisivi quando ancora Bim Bum Bam era un appuntamento fisso. 



"Se guardo gli occhi tuoi
Nei quali poi si specchiano i miei.
Puoi dirmi quel che vuoi.
Sei magica così come sei.
Se chiudo gli occhi e penso a te.
Perciò vorrei sapere se pensi a me.
Perché sei tu la cosa più importante.
La più importante che per me adesso c'è."

Cantavano Vanni e la D'Avena, sigla che faceva sognare tante ragazzine, sigla che è rimasta nel cuore delle vecchie generazioni e che nessuno si dimenticherà mai, proprio come nessuna si scorderà mai il "bacio alla limonata" nei primi episodi durante la gita scolastica (chi invidiava Rossana alzi la mano, io le alzo entrambe °\(^__^)/°). Ora la smetto di vaneggiare lo prometto, perché se continuo così mi parte la ship.

La vostra prima cotta dei cartoni animati chi è stata?

"30 giorni di anime e manga presa da Prevalentemente anime e manga"

martedì 10 novembre 2015

#8 Acquisti di Claire

Eccoci di nuovo qui con "Il portafoglio vuoto acquisti di Claire". Alcuni sono nuovi nuovi, altri li ho accumulati ad ottobre. Sapete, in questo periodo ho letto decisamente un sacco, ma non manga, mi sono data alla pazza gioia con i libri divorandone uno dietro l'altro. Magari, se siete interessati potrei aprire qualche rubrica off-shoujo dove vi parlo anche di altro tra shonen, libri o film  ^^

Tornando a noi ...(s)fortunatamente sono passata proprio quando sono arrivati i scatoloni con i nuovi arrivi della settimana, e ho sfogliato un bel po' di materiale fesco fresco, soprattutto perché c'erano quasi tutti gli annunci che aveva fatto la Planet Manga. Quindi ho passato una buona mezzora a valutare i fumetti e a tirare alcune somme su possibili serie.

Io  ti salverò - 4 amori puri per cui ho perso la testa
A un passo da te - Aruito - Marmalade Boy

A un passo da te 13: ultimo numero! Per me il fumetto si è concluso definitivamente con il numero 12, questo tredicesimo volume racchiude la vita dei personaggi dopo che Futuba e Ko si sono finalmente messi insieme. Nonostante abbia sempre preferito Toma (lo so, non smetterò mai di ripeterlo, ma è un personaggio che mi è rimasto a cuore ♥), ora che finalmente Ko si è sciolto aprendo il suo cuore, l'ho rivalutato un po', e lo trovo carino con la nostra Futuba. Quindi nonostante le mie continue lagne su questa  coppia sono contenta del finale dolce che ci ha riservato Sakisaka sensei.

Marmelade Boy 4: me il 3 l'hai preso? No! Sono un po' pampel lo ammetto. Pensavo di aver preso il terzo volume, quindi non ci ho pensato due volte quando ho visto il quarto in fumetteria. Poi leggendolo mi sono accorta che qualcosa non andava ...mancava un volume.

Aruito 7: questo shoujo mi piace sempre di più, ma è davvero intricato. Nonostante siamo già al settimo volume non ho davvero idea di dove voglia andare a parare e come potrebbe concludersi. O-chan sembra fuori dai giochi, ma lo è davvero? Kiyo rinuncia a Kuko? Io ho un debole per Suzaku ma davvero non  capisco se potrebbe  esserci qualcosa o no. Il ritmo narrativo di questo manga è molto lento, ma forse serve semplicemente a scavare più in profondità nella psicologia dei personaggi.

4 amori puri per cui ho perso la testa: un altro volume unico di Mayumi Yokoyama, l'ho visto in fumetteria e non potevo lasciarlo lì, adoro questa autrice e i suoi volumi unici. Penso che ora me ne manchi ancora uno e poi li  ho tutti *.*

Io ti salverò: questa è la novità assoluta dei miei acquisti. È una  delle novità autunnali proposte dalla Planet Manga, l'ho preso perché Yoko Maki come mangaka non mi dispiace e perché è un volume unico. Spero di leggerlo e recensirvelo quanto prima

***

In fine...
Ho sfogliato/letto velocemente alcune delle novità autunnali della Planet e potrei dirvi qualche piccola impressione che ho avuto a occhio:

- "Romantica Clock" di Yoko Maki, ho notato che è molto incentrato sul rapporto tra i due gemelli, lei e lui, che non vanno molto d'accordo. La protagonista è tutto pepe ma sotto sotto si preoccupa molto per il fratello, e per il momento interessi amorosi per lei non ci sono. L'ambientazione è scolastica e semplice, in pieno stile "shoujo da Ribon", l'ho trovato carino.

- "Ogni nostro venerdì" di Arina Tanemura. Si dovrebbe sviluppare un rapporto tra i due cugini, lui che va ancora alle elementari e lei al liceo, ma sin dal primo volume ovviamente c'è il  figo-della-scuola che fa subito triangolo mettendosi in mezzo. Quindi mamma Arina ci propone un fumetto totalmente scolastico senza quel pizzico di sovrannaturale che, molte volte, migliora le sue storie. La protagonista mi ha dato l'impressione di essere molto stereotipata sullo stampo "ingenua-insicura-piagnucolona". Sono sempre più scettica riguardo questo fumetto, per il momento non mi ispira per niente.

***
E voi avete fatto acquisti? Qualcuno ha preso qualche nuovo manga degli annunci della Planet? Se si, che impressione vi ha fatto?

domenica 8 novembre 2015

30 giorni di anime e manga | Giorno 10 - Un manga che ti ha resa felice mentre lo leggevi

E qua la scelta può ricadere solo su un fumetto, non per la sua comicità o ironia, ma per la sua semplicità e spensieratezza. Lovely Complex non è uno shoujo da grandi pretese, ma è la miglior cura quando si è giù di morale (o almeno per me!) ...è proprio un fumetto che mi rende felice.


È uno dei fumetti più amati da tutti degli ultimi anni. Uno di quelli che nella sua semplicità è entrato nel cuore delle persone. Uno shoujo assolutamente folle e demenziale, ma anche molto divertente e molto più realistico delle classiche cose un po' smielate. L'ho recensito e lo consiglierei a tutti, femmine, maschi, ma anche persone in età, perché penso che non ci sia una fascia precisa, è quel genere che accontenta un vasto pubblico.
Lo leggevo con il sorriso sulle labbra, il che mi faceva sembrare un'ebete dato che quando facevo le scuole superiori, passavo i miei 40 minuti di autobus per tornare a casa leggendo manga, ma è  inevitabile. 

"30 giorni di anime e manga presa da Prevalentemente anime e manga"

sabato 7 novembre 2015

30 giorni di anime e manga | Giorno 09 - Un manga o un anime del quale vorresti il seguito

Ero indecisa su cosa mettere ma non avevo voglia di crogiolarmi e fare la persona seriosa, così l'ho buttata sulla mia fissa anime che dura da qualche anno ...ma di cosa starò mai parlando? Ma di Love Live: School Idol Project!
Ci sono state ben due serie, un film e un giochino per smartphone che da dipendenza, io però non ne avrò mai abbastanza ♥ l'hanno scorso mi sono pure cucita interamente un cosplay proprio dedicato ad una di loro (penso di avere qualche serio problema?) Da poco poi hanno sfornato un altro gruppo di idol però le Muse restano le Muse.


Guardate e ammirate le Muse, ma quanto sono carine? Vorrei davvero un'altra serie anime su di loro, nuovi outfit e soprattutto nuove canzoni. Vi dico solo che c'è stato un periodo in cui il mio repertorio musicale era composto solo dai loro brani che mi sparavo a tutto volume in macchina da sola, canticchiando in giapponese stonata come una campana.
Ora la smetto ...però davvero, datemi un'altra serie *A*


mercoledì 4 novembre 2015

Annunci shoujo dal Lucca Comics 2015

E dopo il mio incasinato resoconto del Lucca Comics non poteva mancare un intero post dedicato alle news annunciate per il mondo shoujo. Ammetto che non sono state tante, non solo in ambito shoujo, ma per tutti i generi manga, gli annunci sono stati decisamente scarni e nessuna vera bomba che possa rivoluzionare la nostra fumetteria casalinga. Avrei voglia di lamentarmi un po' dell'offerta che le CE ci stanno riservando ma prima soddisfiamo la curiosità e leggiamo cosa arriverà nel 2016.

Star Comics


Hatsu Haru di Shizuki Fujisawa
"Ichinose Kai è il ragazzo più popolare del liceo: tutte le ragazze lo vogliono, e lui passa da una storia all’altra senza problemi, anzi spesso esce con più ragazze in contemporanea. Il suo comportamento superficiale ferisce le ragazze che si innamorano di lui, ma a Kai non interessa. Un giorno però fa infuriare una ragazza della sua classe, Takahashi Riko: la studentessa è arrabbiata perché lui ha tradito e fatto piangere una sua amica, e per vendetta non esita a picchiarlo davanti a tutti! E’ piccola e sembra graziosa e indifesa; ma mena come un maschio e non ha modi molto femminili! Tanto che lui la chiama “la ragazza selvaggia”! Un giorno Kai scopre Riko mentre dalla finestra della classe sta osservando un ragazzo, Suwa. Stupito, le chiede se sia innamorata di lui; glielo chiede quasi per scherzo, ma lei per tutta risposta arrossisce e scappa via. Per lo stupito Kai quello è l’attimo in cui, per la prima volta, comincia a provare un sentimento finora sconosciuto: la gelosia."
Trama: ilbazardimari

Commento: insomma siamo nuovamente catapultati tra i banchi di scuola ma questa volta abbiamo come protagonista una ragazzo, e non uno qualsiasi, ma quello bello, popolare e strafottente. Ammetto che sono un po' curiosa di questo punto di vista, almeno non abbiamo una ragazzetta paranoica come protagonista.

The Rose King's Funeral Procession di Aya Kanno
"Siamo in Inghilterra, in piena Guerra delle Due Rose (seconda metà del ‘400) tra le due casate Lancaster e York, per la successione del trono. Richard è il terzo figlio del Duca di York. Ritiene di essere un uomo maledetto: è nato ermafrodita, è diverso dai suo fratelli, crede di vedere i demoni, e inoltre ha un carattere tormentato. La madre lo disprezza e lo tiene lontano, solo il padre gli dà attenzione, tanto che il ragazzo ha una ammirazione sconfinata per lui. Ma Richard è anche una persona intelligente e ambiziosa e, dopo un avvenimento tragico, inizia una lunga serie di intrighi per arrivare al trono inglese…"
Trama: ilbazardimari

Commento: È stato catalogato come shoujo quindi mi sento in  dovere di presentarvelo. La trama parte con un'ambientazione curiosa per un manga ma anche piuttosto intrigante devo ammetterlo. Insomma avremo tra le mani un fumetto dalle tendenze gotico dark che non ho la più pallida idea di dove voglia andare a parare.


J-POP - GP (sono praticamente un tutt'uno ormai)
Non sono delle vere e proprie novità, piuttosto conferme di fumetti annunciati almeno due anni fa e poi scomparsi misteriosamente dal piano di pubblicazione.


Crash! di Yuka Fujiwara
"Hana che ha un dono particolare. La sua casa è un'agenzia di talenti e lei aiuta la madre con il suo "dono". Ebbene, la protagonista ha una perdita di sangue dal naso quando vede una persona con un grande talento da celebrità. Naturalmente, questo è un segreto che lei non dice ai suoi compagni. Durante l'anniversario della società, Hana deve trovare altri nuovi talenti promettenti. E in quel momento..."
Trama: animeclick

Commento: shoujo manga made in Ribon, quindi potete immaginare il target di persone a cui si rivolge e il livello di maturità delle situazioni. Sono sempre stata un fan di ribon e devo ammettere che se questo manga fosse uscito due anni fa (come da annuncio)  lo avrei preso senza pensieri, ora invece ci sono due cose che mi fanno tentennare: 1) Mi sto un po' staccando dalle storielle alla Ribon per cercare chicce shoujo più interessanti; 2) L'inaffidabilità della GP, magari lo annunciano ma non lo pubblicano nemmeno questa volta, oppure inizia la pubblicazione e poi la bloccano.



Beauty Honey di Tomo Matsumoto
"Nella famiglia di Nico le donne non hanno molta fortuna in fatto di uomini. Nei suoi diciassette anni di vita Nico ha visto così tanti fallimenti che ha perso completamente la fiducia negli uomini e non ha nessuna voglia di innamorarsi. Quando però incontra il suo consulente di bellezza Kaoru, le cose sembrano cambiare..."
Trama: animeclick

Commento: non sono molto informata su questo fumetto, ma dalla trama ricorda molto High School Debut di Kazune Kawahara.


Per gli appassionati di shonen-ai la J-POP vi riserva due belle chicche entrambe di Akaza Samamiya: Torikago Syndrome e Bloody Mary.
Brutte notizie invece per Agakami no Shirayukihime di Sora Akizuki. Sempre la J-POP l'aveva annunciato nel lontano 2013, e visto il successo che l'anime ha riscosso questa estate il popolo italiano si è un po' mobilitato per capire che fine avesse fatto questo manga qui da noi. Le notizie non sono state positive, cari lettori, sembrano esserci dei problemi di natura "contrattuale".

Ricapitolando le novità sono quattro, davvero pochette. La Planet Manga ha fatto uscire questo autunno un bel po' di fumetti e la possiamo perdonare, anche se riflettendoci ha preferito riportare in Italia autrici conosciute e che "vendono" bene, che qualche succulenta novità (potrei elencarvi alcuni titoli che meriterebbero più attenzione) o magari riproporre qualche altra mangaka. La Star Comics è quella che almeno in questo campo solitamente osa di più.
Per quanto riguarda GP e J-POP (mi metto le mani tra i capelli) avrei preferito avere notizie sulle serie ferme e interrotte, perché ne stanno accumulando bastanza quanto l'antipatia di noi lettori. Diventerai una star, Pika Ichi, Close to You, e queste sono solo alcune di cui da anni ormai non si ha più alcuna notizia nonostante siano concluse in madre patria.

martedì 3 novembre 2015

Cronache dal Lucca Comics 2015

Buongiorno cari lettori! Eccomi qua con un bel post riassuntivo del mio Lucca Comics & Games 2015 appena passato. È il mio 7° anno consecutivo che partecipo a questa manifestazione e non sarà l'ultimo, è un appuntamento fisso per me e finché ne ho la possibilità non intendo rinunciarci.



Quest'anno è stato speciale, e non per il fatto che l'ho vissuto in borghese e non in cosplay, ma perché mi è stato "regalato" come regalo di compleanno (in anticipo di due settimane) dal mio ragazzo, il che lo ha reso ancora più particolare perché è venuto pure lui con me. Dopo più di tre anni che stiamo insieme si è fatto coraggio e ha deciso di immergersi in questo mio "mondo" per lui incomprensibile ...ed è sopravvissuto con successo sopportando la mia "pazzia" *applauso*

Terme Tettuccio.
Siamo partiti il 31 ottobre con il treno da Trieste per arrivare all'hotel di Montecatini Terme per l'ora di pranzo, ma non siamo andati in fiera (il regalo comprendeva un biglietto per un giorno). Abbiamo utilizzato quel pomeriggio per fare i turisti in giro per la cittadina Toscana, informandoci per i treni del giorno dopo, assaggiando vini della zona e visitando il famoso stabilimento termale Tettuccio nato nel 1700 e ispirato alle antiche terme romane. A livello architettonico le ho trovate fantastiche, la manutenzione del luogo, giardino compreso, un po' meno, e abbiamo pure pagato 3€ d'ingresso.


Iron man ♥
Il giorno 1 novembre siamo andati in fiera. Preso il treno per Montecatini-Lucca con 5 minuti di ritardo (cominciamo bene) ma almeno per le 9.40 circa eravamo dentro le mura a goderci quella fantastica sensazione di essere appena entrati in un altro mondo ("Non mi sembra nemmeno di essere in una città." cit. moroso).
Il meteo era ottimo, il sole accecante illuminava le mura e invitava la gente, appassionata e non, ad accalcarsi per le vie della città. C'era davvero un sacco di folla o.o gli scorsi anni sono sempre andata di domenica, e posso assicurarvi che le persone sono decisamente aumentate.

Prima tappa stand della CE in piazza Napoleone dove ho recuperato fumetti, libri e autografi, che uscivano proprio per questo evento, il malloppo insomma l'ho preso subito e mi sono ritrovata per Lucca a girare con due tomi in mano perché lo zaino (il mio bagaglio) era già pieno.
Allo stand della Panini (ne avevano uno tutto per se) c'era il delirio, volevo pure l'autografo di Ortolani ma la fila era immane, così ho giusto buttato l'occhio qua e là e rubacchiando qualche volantino.
Japan Town (non più Palace!) ci è andata molto bene, siamo entrati da un'entrata secondaria nascosta dove non c'era troppa fila e ho visitato più o meno quasi tutti i padiglioni, rinunciando solo a quelli dove si "procedeva" a senso unico accozzati come pe runa processione.
Avevo puntato le action figure di Sword Art Online (Asuna love you ♥) e di Love Live: School Idol Project, ma il mio ragazzo ha smosso la vocina della mia coscienza che si collega al mio portafoglio, e in effetti quasi 40€ per una figure non erano una scelta sensata visto che non sono troppo ricca in questo periodo (studentessa universitaria squattrinata). Così mi sono accontentata di un portachiavi di Eli Ayase di Love Live.
Per pranzo ho mangiato i ramen istantanei ("Lo sai che mangi roba chimica? E dopo vuoi baciarmi immagino." cit. moroso) più qualche merendina che mi sono portata dietro, anche se cercavo i Pocky alla stracciatella e al tè verde, ma nessuno stand al Japan Town li vendeva, c'erano solo quelli classici o alla fragola.
Entrata stand WB - un bel cosplay di Devy Jones - Batmobile
Continuando il nostro tour siamo andati in piazza San Michele a devere la Batmobile di Batman: Arkham Knight, la statua di Snow di Hunger Games e il padiglione della Warnerd Bros dove c'era il costume di Arrow e alcuni oggetti di Harry Potter, decisamente piccolo per la fila immane che c'era.
Nel pomeriggio abbiamo passeggiato lungo le mura e ci siamo incontrati con una mia amica con cui di solito vado ogni anno a questo evento.


Non censuro la mia faccia perché ormai ho messo
questa foto ovunque XD
Abbiamo visto il palco e gli stand aperti a tutti, e ho avuto il piacere di incontrare la mitica cosplayer italiana Yuriko Tiger *.* un sogno che si avvera, ma quanto è bellina questa ragazza? Me la immaginavo più alta a dire il vero (e io sono 1.60 m). Ho comprato una sua foto, mi ha fatto l'autografo, le ho detto qualche boiata perché ero troppo emozionata per connettere il cervello come si deve, e abbiamo fatto una foto insieme ♥

Infine ho concluso la giornata girovagando per gli stand di corso Garibaldi, quelli ricchi di fumetti. Questa parte della fiera era gestita molto bene e c'erano parecchie occasioni, tra cui non mi sono lasciata sfuggire un volume unico della Yokoyama, sono vecchi e quando li trovo li compro sempre e  poi non ho resistito ad un volume uno di una serie che puntavo da tempo "Il fiore millenario". ("Sei consapevole che stai iniziando una nuova serie?" cit. moroso)

In una giornata sono riuscita a fare più o meno tutto quello che mi interessava, ho solo scartato il padiglione games (sai che novità, lo salto ogni anno!) e quelli dedicati a Star Wars purtroppo, sia per il tempo a disposizione che per la fila immane che c'era ("Ma meno male!" cit. il mio ragazzo che invece ne è stato particolarmente felice di riuscire ad evitarli).
Verso le quattro e mezza ci siamo recati in stazione, abbiamo avuto la brillante idea di prendere il treno prima perché la stazione è stata completamente bloccata, per prendere il treno in direzione Firenze ci hanno fatto fare il giro del mondo e ci facevano entrare a scaglioni: il delirio! Ma meno male non abbiamo perso la coincidenza a Prato con quello per Trieste.

Acquisti

  • Albion - Abion Ombre: li ho già letti in ebook ma dovevo averli anche in cartaceo. Questa serie di Bianca Marconero mi ha letteralmente conquistata ultimamente, una delle migliori letture dell'anno ...sono così malamente fissata che ho sfornato alcune fan art. Purtroppo non ho incontrato l'autrice per gli autografi ç__ç
  • La Cerimonia del Demone Rosso: primo libro di Monica Fumagalli alias la mitica Onigiri Calibro 38 editor di Oroglio Nerd. È un libro alla scoperta del Giappone attraverso i suoi miti folcloristici tra spiriti e kappa. Purtroppo nemmeno di lei sono riuscita ad avere l'autografo.  



  • Sacro/Profano - Paradiso: è anche la famosa saga di Mirka Andolfo si è conclusa con questo terzo volume. Mi mancheranno le gag di Angelina e Damiano. Sono riuscita a farmelo autografare nonostante ci fosse parecchia fila, ma ne vale la pena.
  • Bulli e Pupe: nuovo fumetto del duo Sketch&Breakfast composto dalla grezza Felinia e il sensibile Robosio. Non potevo lasciarmelo scappare, sono assolutamente folli e li adoro. Autografato anche questo!
  • Chiki Chiki Banana: volume unico di Mayumi Yokoyama edito dalla FlashBook, sono riuscita a trovarlo leggermente scontato.
  • Il fiore millenario: shoujo manga ambientato nell'antica Cina di Kaneyoshi Izumi. Lo puntavo da un po' ma non trovavo mai il primo volume, e infine non ho resistito.


Concludo la mia sessione di acquisti con il piccolo portachiavi di Eli Ayase di Love Live School Idol Project. ("È il meno peggio" cit. moroso)

Poi quando sono andata ad incontrare Yuriko Tiger mi hanno dato in omaggio sta cosa giapponese sospetta"Cantafé" (?) ho letto circa le istruzioni (in verità è tutto in giapponese quindi ho guardato le figure) ma non ho capito troppo bene come funziona: qualcuno di voi può aiutarmi?? 




- In the end -

Tiriamo le somme dell'edizione di quest'anno: bellissima! Io adoro fare questa piccola gita ogni anno quindi non penso che dirò mai niente di estremamente negativo. La sezione dedicata ai fumetti era molto più fornita degli anni precedenti, insomma c'erano davvero molte buone occasioni per gli appassionati e qualche sconticino qua e là.
Le poche file che ho fatto per entrare in qualche stand erano abbastanza scorrevoli meno male, il vero delirio l'ho trovato solo in stazione al ritorno ma purtroppo era l'unico mezzo di trasporto di cui potevo usufruire.
Per quando riguarda il cosplay c'erano tanti Disney e tanti supereroi, anche se ho avuto l'impressione che ci fosse meno gente vestita degli anni scorsi (impressione non solo mia ma pure della mia amica). Diciamo che secondo me mancavano i cosplay seriamente belli, quelli di mesi e mesi di preparazione, ne ho beccati alcuni carini, alcuni ironici e certi estremamente volgari che non possiamo nemmeno definirli cosplay, non voglio perdermi in ciance su certe oscenità, stendiamo un velo pietoso e basta.
Mi è mancato un po' non fare cosplay ma per una volta tanto non mi è dispiaciuto essere semplicemente me stessa senza pensare alle calze che cadono, alla gonna cucita troppo corta o la parrucca che si sposta. 

lunedì 2 novembre 2015

Uscite novembre 2015

Ho dimenticato di programmare questo post e farlo uscire il primo di mese, si vede che avevo davvero altro per la testa in questo periodo. Ora godetevi le novità shoujo in fumetteria!
Dalla FlashBook, CE che nonostante il prezzo adoro, questo mese ci offre solo cose molto yaoi/shonen-ai, insomma quel genere lì per cui non impazzisco più da qualche anno.



-I fumetti in grassetto sono i miei acquisti-


Planet Manga

  • Romantica Clock 1 (5 novembre)
  • Zen Zen 1 (5 novembre)
  • Io ti salverò (5 novembre)
  • Ogni nostro venerdì 1 (5 novembre)
  • Sugar*Soldier 9 (12 novembre)
  • Kanoko - Parole d'amore 5 (12 novembre)
  • Ali di farfalla 8 (19 novembre)
  • Il filo rosso 4 (26 novembre)
  • Lovely Complex 9 (26 novembre)
Star Comics
  • LDK 17 (18 novembre)
  • Il ventaglio scarlatto 5 (4 novembre)
  • Happi Mari - Happy Marrige?! 8 (18 novembre)
  • Sangue sulla neve 4 (19 novembre)
  • Oresama Teacher 17 (16 settembre)
  • Inuboku Secret Service 6 (25 novembre)
  • Shooting star lens 2 (25 novembre)
  • Rere hello 2 (25 novembre)
Goen
  • Come farti dire ti amo 4
  • Lady Oscar - Le Rose di Versailles 2

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...