domenica 28 febbraio 2016

Giorno 27 - un manga o un anime che consideri "strano"

Per questo Giorno 27 potrei elencarvi un bel po' di manga provenienti dalle stesse autrici: le CLAMP. Per me loro sono le regine delle "stranezze", creano fumetti bizzarri e contorti, talvolta così strani che il mio neurone solitario si rifiuta di lavorare e mettere insieme i pezzi del loro puzzle, producendo così solo una risposta d'odio. Scelgo Tsubasa? Chobits? Invece no, scelgo Miyuki nel Paese delle Meraviglie, il volume unico, made in CLAMP, più strano che ci sia!


Se già Lewis Carroll ha dato sfogo alla sua fantasia più bizzarra nel creare Alice nel Paese delle Meraviglie, le CLAMP non hanno resistito a fare un remake doppiamente fuori di testa, ed è risaputo che queste autrici sono sadiche nell'inventarsi qualcosa fuori dagli schemi. 
Hanno preso Alice e l'hanno fatta diventare la loro Miyuki, hanno preso Stregatto, Bian Coniglio, Regina di Cuori e compagnia bella, e li hanno trasformati in ragazze e donne molto sexy. Miyuki nel Paese delle Meraviglie/In Wonderland è così in ramake in chiave erotica, molto yuri, dove la nostra protagonista si ritrova in chissà quanti universi e situazioni strane, circondata da belle fanciulle in body sgambati che vogliono sedurla.
Appena ho finito di leggerlo mi sono davvero chiesto il significato di questo manga, perché abbiamo una protagonista che strilla qua e là, e delle belle ragazze che non la lasciano in pace e le saltano addosso o.O che cosa strana...

E tu che mi dici? Qual'è il manga più "strano" che hai letto?

30 giorni di anime e manga preso da Prevalentemente Anime e Manga


sabato 27 febbraio 2016

Giorno 26 - Il miglior volume unico

Che Giorno difficile, sapete perché? Io adoro i volumi unici ♥ molte storie brevi sono più emozionanti di qualsiasi serie lunga, e ho una certa predisposizione per alcune autrici come Usami Maki, Mayumi Yokoyama o Hinako Ashiara. Cosa scelgo oggi?


Ballata d'amore di Shouko Akira (clicca sul titolo e vai alla recensione)
È sicuramente il volume unico che ho letto più spesso in assoluto, e molte volte lo rileggo ancora volentieri.
È dolce, zuccheroso e anche profondo, ogni storia ruota attorno ad una poesia giapponese e ti fa sognare ad occhi. 
Non fatevi grandi aspettative perché davvero non è niente di che, non è un capolavoro, però ogni volta mi mette di buon umore e mi fa sorridere ...e se un manga è piacevole guadagna molti punti anche nella sua semplicità.
Amate i manga shoujo? I volumi unici con storie brevi non troppo smielate ma con la giusta quantità di zucchero? Allora leggetevi Ballata d'amore e non ne rimarrete delusi!

30 giorni di anime e manga presa da Prevalentemente Anime e Manga

giovedì 25 febbraio 2016

Swan Power! - A marzo arriva un maho-shoujo Made in Italy!

Buon giorno cari dipendenti ♥ oggi una novità diversa dal solito ma sempre di tipo shoujo, quindi non potevo non trattarla. Di cosa sto parlano? Di un maho-shoujo tutto Made in Italy che sarà edito da MangaSenpai dall'11 marzo 2016, ora vediamo un po' cosa ci aspetta!


Titolo: Swan Power
Autore: Davide Sarti
Casa editrice: MangaSenpai
Uscita: 11 marzo 2016, CartoonComics

"Quando le forze del male attaccano la Terra, una vecchietta riceve dei magici poteri per difendere il pianeta." 


MangaSenpai inaugura una nuova collana 100%JAP, dove darà spazio ai fumetti italiani ispirati ai manga giapponesi. Sarà proprio Swan Power ad inaugurare questa nuova collana, infatti il fumetto si leggerà alla orientale.
Il manga sarà un volume unico, auto-conclusivo, dove troveremo la storia principale più tanti contenuti extra e curiosità sul magazine giapponese Ribon. Come mai proprio il mio nostro amato Ribon? Perché questa storia è stata proposta per un concorso su Ribon.

L'autore è Davide "Kashi" Sarti, da sempre appassionato di disegno manga, ha seguito un corso perfino in Giappone e poi ha lavorato come assistete presso un mangaka.
Aveva cominciato a postare le tavole sulla sua pagina FaceBook, e incuriosita mi sono messa a seguirle, poi è arrivato l'annuncio della pubblicazione e quindi le tavole sono state interrotte. Vi posso dire però che le ho trovate davvero molto carine, e con solo 5 tavole è riuscito a conquistarmi, quindi sicuramente non me lo lascerò scappare ...poi sapete che io ho un debole per i maho shoujo dai disegni carini.
Facendo qualche ricerchina nel web mi sono resa conta di aver già letto alcune sue opere grazie a "Bandiera Manga" dal 2010 e 2011, rivista uscita durante i due Lucca Comics, che raccoglieva storie di aspiranti mangaka italiani. Ecco se avete entrambe le "Bandiere Manga" cartacee sfogliatele e cercate in quella del 2010 "The Postman" e in quella del 2011 "Fish Eye".

Cosa ne pensate? Avete già letto qualche manga Made in Italy?


lunedì 22 febbraio 2016

Wolf Girl & Black Prince: live action a maggio 2016

Buon sera miei lettori ♥ oggi post sull'imminente film dello shoujo Wolf Girl & Black Prince, edito qui da noi dalla Star Comics, e già con un anime alle spalle uscito proprio questa estate.
Ammetto che la notizia di questo live action è piuttosto vecchiotta, risale *coff coff* all'autunno *coff coff*, e mi chiedo perché non ve ne avevo ancora parlato?
Oggi dopo aver adocchiato la locandina, molto carina, non potevo che scrivervi un post.

Titolo: Wolf Girl & Black Prince
Uscita: 28 maggio 2016
Trama: "Erika Shinohara non fa altro che vantarsi con le amiche del suo fidanzato… quando, in realtà, non ne ha mai avuto uno! Un giorno, temendo di non poter più coprire le sue bugie, scatta una foto al bellissimo Kyoya Sata, che spaccia poi come suo boyfriend. Sfortuna vuole, però, che lui frequenti la sua stessa scuola e che, a dispetto della fama di principe galante, sia in realtà un sadico pronto a ricattarla!"

Qualche curiosità sugli attori: lei è Fumi Nikaido, mi è un po' sconosciuta, lui invece è Kento Yamazaki, ha interpretato L di Death Note, e recentemente Kakeru di Orange.
Qui sotto vi lascio un piccolo trailer, guardatelo e poi leggete ancora le ultime righe di questo post.







Ammetto che il trailer lo trovo molto carino, sapete in questo ultimo periodo mi sono ossessionata appassionata di drama orientali, soprattutto coreani ♥ quindi appena finisco le innumerevoli serie che ho in lista (si accettano consigli per nuove, eh!), potrei guardarmi tutti questi live action giapponesi ispirati ai manga! Se volete potrei dedicare qualche post ai drama, ditemi se vi interessa ^^

Chi di voi legge questo shoujo? Io ho cominciato, mi sono fatta imprestare i primi volumi da una mia amica, ne ho letti a malapena due e già mi sono tremendamente annoiata e ho abbandonato la lettura. 
Wolf Girl & Black Prince è molto popolare come shoujo, quindi ho voluto capire il perché di tanto successo, anche per parlarvene, per recensirlo, ma davvero non ci riesco D: 
Forse lo riprenderò in mano, ma davvero forse anche perché per il momento, comicità e demenzialità a parte, mi sembrava pieno di messaggi negativi e situazioni che non mi vano giù. Confido in un vostro parere per darmi speranza!

sabato 20 febbraio 2016

#12 Acquisti di Claire: nuova serie e letture non troppo convincenti

Il mio cellulare fa foto davvero brutte ogni tanto o.o me ne accorgo quando devo scrivere questo post, o forse sono io di fretta? Vi giuro che l'ho fatta vicino alla finestra, ma se in questi giorni è sempre brutto tempo non posso farci niente XD

Tora & Ookami 1 - Shooting Star Lens 2 e 3


Tora & Ookami 1: nuova serie, non dovrebbe essere tanto lunga. Dopo la mia fissa per Hanadan, ho voluto dare un nuova possibilità all'autrice Yoko Kamio, così dopo averci riflettuto un po' (strano!) ho preso questa sua opera recente. 
La protagonista, Mii, è divertente e bizzarra, ama cucinare e aiuta la nonna anziana a portare avanti una tavola calda, e allo stesso tempo scrive racconti boys' love sul suo blog. A ispirare i suoi racconti sono due studenti universitari bellissimi capitati casualmente nel ristorante di Mii: rido da sola quando spesso la confidenza tra i due ragazzi viene fraintesa. Ottimo manga! Non vedo l'ora di prendere i volumi successivi.

Shooting Star Lens 2 e 3: questi due volumi mi sono piaciuti per lo stesso motivo: le storie brevi! Mayu Murata penso che potrebbe rientrare nella mia classifica di "autrici che sanno emozionare in poche pagine", perché davvero davvero, ho adorato i quattro racconti auto-conclusivi. Due erano spin off della storia principale, una sulla migliore amica della protagonista, e l'altra è un riassunto del primo volume dal punto di vista di Yugure, il protagonista maschile, ora lo vedo sotto un  altra luce decisamente positiva. Le altre storie brevi sono extra ma davvero molto dolci e carine, penso più recenti rispetto a SSL perché ho notato dei disegni più maturi e curati (bellissimi *A*).
Ah si, per quanto riguarda la storia principale del manga diciamo che non mi ha convinto troppo, è quel tipo di fumetto che devi cogliere parole e disegni, che ti invita ad entrare nella mente di alcuni personaggi sennò non capisci dove vuole andare a parare l'autrice. Arriva un antagonista piuttosto fastidioso, che sembra essere solo invidioso di Yugure, ma non cattivo, la situazione si risolve presto però a quanto pare si è invaghito di Risa. Nel volume 3 abbiamo alcune pare mentali stupide della protagonista e ...non c'è altro da dire: li ho trovati piuttosto scarni o.o

giovedì 18 febbraio 2016

Orange di Ichigo Takano diventerà un anime questa estate 2016!

Notiziona fresca fresca di pochi giorni fa su uno dei manga più popolari e amati degli ultimi anni (io lo adoro!): Orange di Ichigo Takano. Il popolare shoujo, edito in Italia dalla FlashBook e terminati proprio questo febbraio 2016 con il quinto volume, avrà la sua trasposizione anime!
Ricordiamoci che proprio questo inverno Orange è diventato un film con attori in carne ed ossa. Insomma il successo di questa serie continua a crescere sempre di più.

Prima immagine ufficiale
" Nella primavera dei suoi 16 anni Naho Takamiya riceve una lettera da se stessa 10 anni nel futuro. All'inizio Naho pensa che si tratti di uno scherzo ma cambia idea quando gli avvenimenti che vengono descritti nella lettera accadono veramente, tra cui il trasferimento di un nuovo studente Kakeru Naruse. La lettera finisce con la preghiera della Naho del futuro alla Naho del passato di prenderdsi cura di Kakeru, perchè con suo grande rimorso nel futuro lui non ci sarà più."

L'anime sarà diretto presso gli studi TMS Entertainment e Telecom Animation Film. Ad occuparsi della sceneggiatura ci sarà Yuuko Kakihara, conosciuta per Chihayafuru 2 e Kamichama Karin, mentre per il character design avremo Nobutero Yuki, che si è già occupato dell'anime di Jammin' Apollon, Sousei no Aquarion e Paradise Kiss.

Non si sa ancora da quanti episodi sarà composto e il giorno preciso dell'uscita, è tutto ancora in fase di lavorazione, alla fine il progetto è stato appena annunciato ^^

mercoledì 17 febbraio 2016

GP e JPOP: cosa è successo?

Buon giorno dipendenti ♥ in questa ultima settimana appena passata, ci sono stati un po' di tumulti nel mondo dell'editoria dei fumetti manga in Italia. Molte pagine FaceBook ci hanno fatto apprendere alcune cattive notizie per quando riguarda GP e JPOP, voci di corridoio che purtroppo sono state confermate, ora vi faccio un breve riassunto.



Come sapete da un po' di anni JPOP e GP si sono unite collaborando insieme, ora però entrambe si fonderanno in un unico marchio definitivo con il nome di JPOP. Questa fusione porterà una conseguenza nella nuova etichetta JPOP, ovvero non avrà rapporti con l'editore giapponese Kodansha (responsabile di alcuni magazine shoujo come Kakayoshi, Bessatsu Friends, Dessert) a differenza della vecchia GP che tempo fa a comprato titoli a palate, non pubblicando mai alcune serie promesse, e interrompendo dal nulla altri già editi.
Le conseguenze sono più che evidenti: i fumetti editi dalla GP sarà sfortunatamente interrotti (calma Claire, respira!)
La JPOP (e pure la GP, stesse parole) il 15 febbraio 2016 ha pubblicato un lungo post di scuse verso i propri lettori, dove spiegano le vari ragioni della loro sorte e la drastica fine di alcune serie, vi lascio alla lettura.

Quali fumetti verranno interrotti? 
Quelli in grassetto sono titoli shoujo che conosco

  • Adamas
  • A Town Where You live
  • Baroque
  • Billy Bat
  • Cage of Eden
  • Celestial Clothes
  • Close to you 
  • Countrouble
  • Detonation Island
  • Diventerai una star
  • Historie
  • Moyasimon
  • Noragami
  • Pika Ichi (questo è quello per cui sto più male T.T)
  • Saint Young Men
  • Say I love you
  • The Devil's Lost Soul
  • Tokyo Alice 
  • Xblade Cross
Molte erano concluse da alcuni anni in Giappone e ferme da altrettanti anni qui da noi. La GP continuava a sfornare cose nuove, non dedicandosi mai ai titoli vecchi. Ora non conosco i problemi dietro ai contratti tra case editrici e non mi sbilancio, però davvero leggere queste cose è frustrante per un lettore/collezionista.

Io di questi titoli seguivo con passione Pika Ichi (quasi quasi vi faccio una recensione, perché anche se ho letto solo tre volumi mi sono fatta un'idea) e Diventerai Una Star (recensione QUI), mentre sia sorella aveva cominciato Say I Love You, quindi ora ci ritroviamo in casa con ben tre serie interrotte, non so davvero che me ne farò, spero che qualche altra casa editrice italiana si svegli, alla fine i primi due vengono da autrici molto note come Yoko Maki e Ai Morinaga, edite dalla Planet Manga e dalla Star Comics.

Voi cosa ne pensate? Siete vittime di serie interrotte come me? Io ero già vittima di altri fatti simili causati da case editrici ormai morte come Play Press, Play Media Company e Planeta DeAgostini.


Fonte: OrgoglioNerd

martedì 16 febbraio 2016

Recensione: Le viole son blu - Ma sullo sfondo rimani tu!

Buon giorno dipendenti ♥ dopo tanto torno alla carica con una recensione. Osservando la mia libreria, sezione dedicata interamente ai fumetti con sovracopertina, mi è caduto l'occhio su questa serie breve di due volumi, della famosa autrice Yuuki Obata, conosciuta soprattutto per Bokura Ga Ita. Ma oggi sono qui per parlarvi di Le viole son blu edita dalla Flash Book.


Titolo: Le Viole son Blu
Titolo originale: Sumire wa Blue
Autore: Yuuki Obata
Casa editrice: Flash Book
Anno di pubblicazione: 2010
Stato: concluso
Volumi: 2

"Sumire non ama tanto il suo nome, è una ragazza silenziosa e ordinaria senza nessun particolare interesse. Un giorno, in biblioteca, il suo sguardo si posa su un bel ragazzo di nome Daichi. Lui frequenta un altra scuola, gioca in una famosa squadra di hockey ed è da sempre innamorato della sua bella amica d'infanzia. Questo ragazzo susciterà molta curiosità in Sumire, tanto che la ragazza comincerà ad interessarsi a lui e pian piano ad avvicinarsi. Come si intrecceranno le vite di questi due ragazzi così distanti?"

Le Viole son Blu è uno shoujo molto dolce e delicato, che parte con tutte le buone premesse per perdersi della poesia del primo amore

La trama non presenta grandi spunti innovativi, si parla di un primo amore inizialmente non corrisposto, della prima cotta per un ragazzo carino che puoi guardare solo da lontano, sperando che lui, prima o poi, si accorga di te.

Sono due volumi molto dolci e lenti, sempre con un sottotono malinconico. Ti chiedi spesso dove voglia andare a parare l'autrice. Cadiamo nel banale? Ci aspetta una tragedia? (dopo Bokura Ga Ita mi aspetto solo questo da Obata sensei) Ci sorprenderà?
"Le rose sono rosse, le viole sono blu, lo zucchero e dolce e lo sei anche tu"

Io per prima sono amante delle storie semplici, quelle banalotti che ti fanno sorridere come un idiota, o ti fanno arrossire quando i due protagonisti incrociano gli sguardi, e non mi aspettavo niente di meno da questo fumetto, infatti si è rivelato tale. Ma la grande pecca di questo manga non sta nella storia, ma nei personaggi che fanno davvero fatica ad emergere.

Sumire (= viletta/viola in giapponese) è la classica brava ragazza, non troppo appariscente, timida e gentile, alle prese con la prima cotta. Standardizzata, vista e rivista, ma per fortuna sopportabile, soprattutto perché troverà il coraggio di fare molti primi passi senza piangersi addosso (datele una medaglia!). Ma nonostante queste sue botte di coraggio, tende a restare piuttosto sullo sfondo ogni tanto, l'autrice non riesce proprio a farla emergere. Forse l'ha fatto apposta? Forse voleva proprio una ragazza qualunque? Voleva le cose semplici?

Peggio ancora il personaggio maschile, Daichi, con una paralisi facciale per quasi tutto il fumetto, e innamorato perso dalla sua bellissima amica d'infanzia che si prende gioco dei suoi sentimenti. Se Sumire, la protagonista appunto, faceva fatica a staccarsi dallo sfondo, con Daichi è ancora peggio, l'unica qualità assegnata è l'ingenuità in amore e il fatto che sia un giocatore di hockey: non si capisce gran che di lui.
Si mimetizza troppo e ogni tanto avrei davvero voluto prenderlo a ceffoni: non capivo il perché di molti suoi pensieri, scelte o gesti, e ciò lo ha reso ancora più frustrante.

I personaggi secondari neanche mi perdo in chiacchiere. Alla fine è un manga di soli due volumi, mi sarebbero bastati dei protagonisti convincenti.

Il tratto di Yuuki Obata è come sempre molto pulito e leggero, tanto bianco, pochi retini e pochi dettagli, forse è per questo che alcuni personaggi non riescono a staccarsi dallo sfondo? Però mi piace come disegna, per il suo tipo di storie ci sta a pennello.
L'idea di creare uno shoujo semplice ma profondo, in cui ci si perde in modo poetico con una banale filastrocca di Mamma Oca "Le rose sono rosse, le viole sono blu e bla bla bla" poteva essere una trovata carina, però davvero non sono riuscita ad affezionarmi a nessun personaggio, nessuno mi ha trasmesso niente, non ho nemmeno capito quando i sentimenti di Daichi sono mutati.
Se volete cimentarvi in questa autrice vi do il buon consiglio di leggervi Bokura Ga Ita, il suo capolavoro per eccellenza, o anche Forget Me Not, se saltate Le Viole son Blu non vi perdete niente.

domenica 14 febbraio 2016

#4 Shoujo Cliché: cioccolato per San Valentino ♥

Torniamo alla carica con una nuova puntata di Shoujo Cliché, la rubrica del blog che si occupa di raccogliere e analizzare quegli eventi "cliché"che caratterizzano i nostri amati fumetti per ragazze.



Non è un caso che io abbia deciso di pubblicare questo post proprio oggi: San Valentino, la festa degli innamorati. Nella maggior parte degli shoujo manga questo giorno viene affrontato spesso, soprattutto perché se un buon momento per esprimere i sentimenti alla persona amata: quante protagoniste decidono di dichiararsi proprio durante la festa degli innamorati? Tantissime ♥


San Valentino è una festa molto popolare in Giappone, e come per il Natale, è stata importata dall'occidente e usata a puro scopo commerciale. Ovviamente i giapponesi non hanno semplicemente pescato questa festività e riportata pari pari a casa loro, ma l'hanno rielaborata, legandola in particolar modo al cioccolato, infatti le vendite di quest'ultimo sono molto alte in questo periodo.
Qui da noi sicuramente non mancano le confezioni a tema di Baci Perugina, ma abbiamo aggiunto tantissime altre minchiate (pardon, scusate il termine.) commerciali che fanno perdere di anno in anno la semplicità di questa festa che trovo molto dolce (sono una romanticona ♥)

Come avviene San Valentino nel Sol Levante?
Prima di tutto è il giorno in cui avviene il boom delle dichiarazioni. Si sfrutta infatti la festa degli innamorati per dichiararsi alla persona amata, e negli shoujo è una cosa davvero frequente. Sono solo le ragazze a fare il primo passo regalando il cioccolato ai maschietti, questi ultimi non donano niente in cambio sul momento (al massimo risponderanno alla dichiarazione spero), ma appena il 14 marzo, chiamato anche White Day (lo affronteremo nel prossimo cliché), quindi il cioccolato viene donato dalle ragazze ai ragazzi (se sei una ragazza che ama il cioccolato sei fregata insomma, almeno  per questo sono contenta di vivere qua: oggi mi abbuffo!)

Vengono regalati tre tipi di cioccolato:
  • Giri-choko (cioccolata d'obbligo): legata alle convenzioni sociali dei giapponesi. Le ragazze regalano del cioccolato, di basso valore, ai proprio compagni di classe o colleghi di lavoro, è una formalità insomma.
  • Tomo-choko (cioccolata dell'amico): la si può definire la cioccolata della friendzone, se hai un amico a cui sei molto legata, gli regali della cioccolata un pochino più speciale. Spero che le giapponesi spieghino il perché del tomo-choko, chissà poi che fantasie mentali si fa lui. Talvolta questo scambio avviene anche tra ragazze o stretti famigliari.
  • Honmei-choko (cioccolata del prediletto): e quando l'amour è nell'aria, ci si rimbocca le maniche e ci si mette ai fornelli (o si spende un po' di più). Questa e la cioccolata per la persona amata, per il proprio marito, compagno, fidanzato o futuro ragazzo. 
Questa distinzione l'ho affrontata per la prima volta nel manga di Card Captor Sakura, hano spiegato molto bene l'esistenza di diversi tipi di cioccolata da scambiarsi.


Cosa succede nei fumetti shoujo?
La classica situazione da cliché iniziata con la protagonista che si crogiola nel panico perché San Valentino è vicino, valutando se sfruttare questa giornata per dichiararsi. Molte volte il risultato non è molto chiaro anche se da il cioccolato alla persona amata, viene spesso scambiato come segno di amicizia o formalità cadendo della friendzone (soprattutto se il protagonista maschile e popolare, e riceve cioccolato a palate dalle ammiratrici dando a tutte un valore poco simbolico ...pure a quello della protagonista).
Mentre l'altro cliché è la ragazza impegnata ai fornelli per fare il cioccolato più buono per il proprio ragazzo, penso che questo lato sia quello più dolce e carino che possiamo incontrare negli shoujo soprattutto se ci imbattiamo in un primo amore.



Voi come festeggiate San Valentino? 
Io riprendo solo la tradizione del "fatto in casa con amore". Ogni anno al mio ragazzo faccio i biscotti di pasta frolla a forma di cuore, ho provato a fare i cioccolatini ma non sono stati troppo apprezzati perché lui non ama i dolci (e poi non capivo perché ma avevano la tendenza a sciogliersi se non stavano in frigo o.O). Ovviamente niente White Day ("siamo in Italia" come direbbe lui), quindi mi arriva il giorno stesso una confezione a forma di cuore di Baci Perugina che a-d-o-r-o *.*

giovedì 11 febbraio 2016

Giorno 25 - Il tuo personaggio non umano o mascotte preferito

Buon giorno dipendenti ♥ la challenge continua. Questo giorno è stato più facile di quello precedente, mi è bastato  frugare un po' nella mia infanzia e scovare la mitica Luna di Sailor Moon.

C'è chi ha cominciato ad amare i gatti grazie agli Aristogatti della Disney, e poi ci sono le persone come me vittime della micetta intelligente e vivace di Sailor Moon.
I suoi siparietti con Bunny mi facevano sempre ridere un sacco, era la voce della sua coscienza.

Molte volte da piccola fissavo i gatti negli occhi sperando che accadesse qualcosa e mi trasformassi in una guerriera Sailor, ma purtroppo non ho mai incontrato la mia Luna. (dimenticatevi di questi miei vaneggi ahah)

Sono curiosa di voi, qual'era la vostra mascotte preferita degli anime e manga quando eravate piccoli?

30 giorni di anime e manga presa da Prevalentemente Anime e Manga

mercoledì 10 febbraio 2016

Giorno 24 - Il miglior cattivo di sempre

La challenge continua e i miei esami si stanno concludendo. Non ho postato per un po' proprio a causa di questo ultimo problema, ma ora sono più libera e torno alla carica.
In questo Giorno 24 non sapevo davvero chi mettere, così sono andata a pescare nel mio manga preferito, una banda di cattivi che mi ha sempre particolarmente affascinata: gli Homunculus di Full Metal Alchemist.


Questa banda è composta da sette membri, ognuno di loro si chiama e impersona un peccato capitale, abbiamo: Envy l'invidia (non l'ho citato a caso per primo, è il mio preferito), Lust la lussuria, Gluttony la gola, Greed l'avarizia, Sloth l'accidia, Pride la superbia e Wrath l'ira.

Harakawa sensei ha fatto un lavoro eccellente più o meno con ognuno di loro, li ha caratterizzati benissimo facendo risaltare quella parte del carattere legato alla loro vizio. Ignorate ovviamente la prima serie anime del 2003, dove ci sono stati un po' di cambiamenti con loro, prendete in considerazione il manga e l'anime Brotherhood che si attiene al fumetto.

Penso che il fascino degli Homunculus risieda nella loro creazione, non sono semplici umani, sono stati creati da una persona che chiamano Padre, da cui appunto provengono i peccati capitali. Alcuni infatti sono stati proprio espulsi fuori dal corpo del padre (prendetela a grandi linee questa spiegazione) mentre altri sono nati dall'inserimento della pietra filosofale nel corpo umano.

Sono personaggi crudeli, spietati, razzisti verso gli umani e psicopatici a tutti gli effetti. Hanno un loro fascino contorto che li ha sempre resi diversi dai cattivoni comuni con un duro passato alle spalle, proprio perché loro una vita vera e propria non l'hanno mai avuta.

30 giorni di anime e manga preso da Prevalentemente Anime e Manga

giovedì 4 febbraio 2016

#11 Acquisti di Claire

Buon giorno ♥ cosa ho accumulato in questo gennaio passato? Ancora non ve ne ho parlato, anche perché l'ultimo post di questa rubrica chiacchieravo riguardo i miei acquisti di dicembre (come mai sono sempre un mese in ritardo O.O) Gennaio non ha portato tante novità, anzi sono soprattutto fumetti vecchi per il momento.

Una stella cadente in pieno giorno 8 - Dolce primo amore 2 - Aruito 8 - Il fiore millenario 3 e 4

Una stella cedente in pieno giorno 8: il fumetto è lentino lo ammetto, però sembra che la nostra forza-della-natura-Suzume si stia facendo coraggio per superare la delusione amorosa che le è arrivata dal prof. Piange, e fa bene mostrare per la prima volta la sua debolezza, scappa e torna nella sua amata compagna per cambiare aria, per lasciare un po' la città che le ha solo messo a soqquadro il cuore. Circondata da persone che le vogliono bene, la nostra protagonista comincerà a rialzarsi, farsi forza e (finalmente!) guardarsi attorno e a rendersi conto che ...Mamura la considera in modo diverso, e io tifo per il suo coetaneo!!!

Dolce primo amore 2: voi non sapete quanto è imbarazzante dire questo titolo al fumettaro o.o se fosse solo "Primo amore" non ci sarebbero problemi, ma quel "Dolce", ogni volta che pronuncio sorrido come un'ebete. Lasciando stare le paranoie di Claire, posso dirvi che, se il primo volume mi aveva fatto una bella impressione, questo secondo mi ha lasciato un po' "speriamo bene", per il semplice fatto che la protagonista comincia a piangere! È un personaggio forte sotto sotto, lo dimostra sin dall'inizio e spero che continui così, e che cerchi di non cadere nella drammaticità patetica di Namida Usagi, shoujo della stessa autrice: staremo a vedere con il volume tre!

Arutio 8: questo volume era piuttosto lento, però è servito per chiarire l'amicizia tra Kuko e Ibu, due ragazze così diverse ma con lo stesso desiderio: essere forti! Altre cose? Beh, la nostra protagonista ammette i suoi difetti e le sue debolezze, si sta rafforzando molto, la sua prima cotta per l'artista universitario sembra passata, e ora deve fare luce su quello che prova in presenza dell'altro ragazzo, lo scorbutico musicista ...voglio il prossimo volume, questo mancava si sostanza.

Il fiore millenario 3 e 4: sono entusiasta di questo manga, soprattutto perché non si è evoluto secondo le mie previsioni. Nel #10 di questa rubrica avevo parlato di "romanticismo", bene dimenticate tutto, perché la guerra è ancora importante e fa da sfondo in tutta la vicenda. I volumi si snodano attorno alle prime tensioni tra la principessa Aki e il suo "schiavo" Hakusei che, in crisi adolescenziale-ormonale, le salta addosso (uomini!), poi scopriamo il passato di un personaggio molto importante e capiamo il perché abbia deciso di prendere Aki sotto la sua ala. Nel volume 5 torna il principe del regno di So, mi sta particolarmente simpatico dal volume 2, e la sua sbandata per la nostra principessa protagonista sta diventando evidente. Come dicevo il romance è ridotto all'osso, ci concentriamo di più sui soliti problemi interni ed esterni del regno. Pollice in su!

Voi quali fumetti avete accumulato ultimamente? Nuovi acquisti? :)


lunedì 1 febbraio 2016

Uscite Febbraio 2016

Buon giorno ♥ come ogni primo giorno del mese, ecco la rubrica per restare sempre aggiornati sulle uscite shoujo. Cosa non vi farete scappare? Accipicchia! Se mi lamentavo del mio scarno gennaio in fatto di acquisti, non posso dire lo stesso per febbraio!

-I fumetti in grassetto sono i miei acquisti-


Planet Manga

  • Per colpa tua mi batte il cuore 1 (4 febbraio)
  • Vivo nella tua ombra 4 (11 febbraio)
  • Sugar*Soldier 10 (11 febbraio)
  • Marmelade Boy Little 3 (18 febbraio)
  • Bugie d'amore 17 (18 febbraio)
  • Il fiore millenario 10 (25 febbrio)
  • Il filo rosso 5 (25 febbraio)
  • Dolce primo amore 3 (25 febbraio)
  • Lovely Complex 12 (25 febbraio)
Star Comics
  • Il ventaglio scarlatto 6 (3 febbraio)
  • Kamisama Kiss 15 (10 febbraio)
  • Happy Mary - Happu Marrige?! 9 (17 febbraio)
  • Aruito 9 (17 febbraio)
  • Rainbow Days 3 (24 febbraio)
  • Rere hello 3 (24 febbraio)
FlashBook
  • Orange 5 [ultimo volume]
  • Il nostro miracolo 4
  • Creature Arcane 14
  • Affection 9
Goen
  • Alice Academy 20
  • Otomen 14

Come ben notate non ci sono 2 case editrici (in verità ormai sono una unica, perché si sono unite a quanto pare): la JPOP e la GP. Perché? Perché le loro uscite sono introvabili in anticipo, poi le cose escono o no, insomma non si capisce niente. Se avrò news aggiornerò sempre su questa pagina!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...