giovedì 1 settembre 2016

Lovelesson - Impossibile amarsi: amori all'università di Torino

Buon giorno ♥ siamo in settembre e sapete cosa vuol dire? Meno due mesi al Lucca Comics! Spero di andarci, almeno in giornata, ma è quasi una certezza come ogni anno, tengo da parte dei soldini solo per questo evento.

Sono da un bel po' di mesi che spulcio tra le pagine degli autori per vedere che lavori hanno in cantiere per noi, e da un po' mi sono fissata con una nuova chicca della Manga Senpai. Come forse sapete, questa piccola casa editrice si occupa di fumettisti italiani che disegnano con tecnica manga, come per esempio Swan Power. Un bel po' di mesi fa, girando qua e là, sono inciampata in Rosella Sergi, una nuova pupilla della Manga Senpai che farà uscire la sua prima opera proprio al Lucca Comics & Games 2016.

Ammetto di non essermi imbattuta sul suo profilo troppo casualmente, perché il modo di disegnare e le premesse del manga, sventolano la bandiera "shoujo" in tutte le direzioni: ed eccomi qui a farvi una piccola presentazione.


"Uno spiacevole incontro è l’inizio dei guai per Ada, giovane studentessa universitaria di ventidue anni… possibile che lo sconosciuto con il quale ha avuto un violento scontro verbale sia davvero il giovane professore che assisterà al suo esame? Ada dovrà scontrarsi con la ferma avversione del professore, ma nessuno di loro due immagina che quello sarà solo il primo di una lunga serie di incontri forzati, che li condurrà in una storia controversa e passionale, in cui la sete di rivalsa potrebbe trasformarsi in una sottile declinazione di desiderio..."

Anteprima delle prime pagine: QUI

La trama è molto chiara: sarà una love story tra un professore e una studentessa! 
Se mi seguite da un po', sapete benissimo la mia antipatia verso questo genere di shoujo, spesso li evito a parte qualche rara eccezione. Lovelesson potrebbere essere una rara eccezione per due motivi: il primo riguarda l'ambientazione universitaria, che per una storia d'amore del genere è più "credibile" rispetto agli shoujo giapponesi ambientati al liceo; la seconda sono gli sfondi che nell'anteprima mi hanno letteralmente catturata, insomma avremo come sfondo una Torino tutta d'un pezzo, e l'idea di un manga con ambientazione italiana mi entusiasma molto (l'avete vista la Mole??).

La trama ci fa intendere qualcosa di smut (?), ma spero con tutto il cuore che non lo diventi (o almeno non troppo), perché mi intriga un po' la storia d'amore che potrebbe venirne fuori, qualcosa di turbolento e passionale allo stesso tempo.

Lo stile della Sergi, molto molto shoujo, mi piace un sacco, un po' mi ricorda quello di Kanan Minami (Teen Bride, Honey x Honey Drops). Ha reso bene i personaggi e l'età che dimostrano, non sembra per niente particolarmente infantile, più sul josei ecco.
Restando ancora in tema disegni, ho solo un problema con il pizzetto del protagonista maschile D: non mi piace, ma forse è un problema mio perché non mi piace quel taglio di barba sugli uomini in generale. Ah, poi ho già adocchiato l'antagonista maschile e so già che il mio cuore da fangirl sarà combattuto su chi scegliere.

Questo è quanto! Cosa ne pensate? Vi ispira? Avete già provando qualche manga made in italy? Io ultimamente ne sono un po' attratta, e certi potrebbero meritare, però per acquistarli aspetterò il Lucca Comics. Se avete piacere potrei fare qualche altra anteprima di qualche shoujo.

Trama e immagini: Rossella Sergi Artist

6 commenti:

  1. io ammetto di non apprezzare molto i fumetti occidentali stile manga, non ci posso fare niente, so che è un pregiudizio stupido, ma proprio non ce la faccio.
    e questo, se fosse stato di un'autrice giapponese, l'avrei scartato per la trama.
    facendo due più due... mi sa che non se ne parla proprio per me XD

    però se lo prendi sono curiosa di leggere la tua recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono partita pure io con questo pregiudizio, ma sto cercando di dargli una possibilità facendo anche qui un'accurata selezione di ciò che c'è in giro piano piano.
      Se fosse stato giapponese con i classici cliché da shoujo/smut/relazione studentessa superiori-prof lo avrei scartato, invece Lovelesson ha un "non so cosa" che mi incuriosisce, un po' perché l'ambientazione universitaria rende la relazione "proibita" credibile e un po' perché so già che mi emozionerò vedere scenari italiani :)
      Lo prenderò di certo e ne parlerò ;)

      Elimina
  2. Anch'io non amo le storie professore-insegnante e sono un po' prevenuta sui manga italiani. In più i disegni non mi ispirano per cui lascerò perdere. Peccato, perché invece l'ambientazione Torinese mi piaceva.

    RispondiElimina
  3. Di autori italiani che disegnano in stile manga se non erro non ho letto nulla ancora. Conosco di nome Somnia ma non l'ho mai provato.
    Non sono una grande amante delle storie alunna-professore però :/
    Un professore così giovane in una università italiana...fantascienza! x'D battute sceme a parte, non penso che lo prenderò (anche perchè quest'anno niente Lucca per me), però sono curiosa di leggerne qualche recensione per vedere se avrà un suo seguito questo esperimento.
    Personalmente non mi esalta tantissimo perchè collego il disegno manga anche ad un certo tipo di cultura e narrazione, quindi lo vedrei meglio magari per dei fantasy o comunque ambientazioni meno realistiche, ma non si sa mai!
    Per esempio, mi piace moltissimo il tratto di Giulio Macaione che, però, non è manga al 100% anche se l'influenza orientale si vede.
    In sintesi: mi fa strano, ma non ci vedo nulla di sbagliato in fin dei conti xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Somnia lo conosco di nome e perché ha dei bei disegni, ma neppure io l'ho provato (non riuscivo a capire se fosse shonen o shoujo o.o)
      Guarda, non so se sia più fantascienza l'ambientazione universitaria o quella delle scuole superiori dei manga giapponesi, in ogni caso la prima è più passabile per i miei gusti XD
      Noi italiani facciamo fatica ad abituarci all'idea di un manga (fumetto giapponese) disegnato da un italiano, però ci si prova ...magari ogni tanto esce pure qualcosa di carino :P

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...