martedì 13 settembre 2016

Recensione: Otomental - Il ragazzo ideale ... è solo un'illusione

Buon giorno miei lettori ♥ oggi torno con una recensione! Dovete sapere che Mayumi Yokoyama (Galism, B-Girl Private High School, 4 ragioni per innamorarsi di lui) è una delle mie mangaka shoujo preferite, leggerei qualsiasi cosa creata da lei, perché mi piacciono un sacco il tipo di storie, frizzanti e allegre
Oggi voglio parlavi di Otomental - Il ragazzo ideale, serie che ho riletto mentre frugavo tra i manga di mia sorella. Il manga è composto da 2 volumi ed è edito dalla Planet Manga.


Titolo: Otomental - Il ragazzo ideale
Titolo originale: Otomentaru
Autore: Mayumi Yokoyama
Casa editrice: Planet Manga
Anno di pubblicazione: 2010
Stato: concluso
Volumi: 2

"Otome ha appena cominciato le scuole superiori, è una ragazza piuttosto manesca che viene dalla periferia, figlia di proprietari di un vecchio centro termale. È determinata a cambiare, ad essere una ragazza sensibile e pacata, e sogna il grande amore. I piani di nascondere la vera se stessa vengono stravolti subito, perché nella stessa scuola la seguono il suo amico d'infazia, Tokio, che l'ha sempre considerata come  un amico maschio, e la sua banda. Un giorno incontra il ragazzo più popolare, bello quanto temuto essendo il boss di una banda di teppisti. Otome ne rimane subito affascinata ma visti i precedenti tra risse e stragi di cuori, decide subito di non perdere tempo perché non è il ragazzo che fa per lei. Sarà così?"

Come ogni shoujo della Yokoyama, pure Otomental possiede le classiche caratteristiche: spigliatezza, ironia e grinta, senza mai farsi mancare una sana dose di romanticismo. Le opere di questa mangaka mi sono sempre piaciute, tra alti e bassi le trovo tutte piacevoli e scorrevoli. Otometal è decisamente più un basso che un alto, perché nel complesso non mi ha detto gran che.

La trama non brilla di originalità, abbiamo una bella ragazza mascolina, che arriva dalla periferia per cominciare le scuole superiori, vuole lasciarsi alle spalle il passato, i modi maneschi e rozzi, decisa a cambiare e a cercare il grande amore. Otome rientra negli standard caratteriali della classica ragazza in stile Yokoyama sensei, ovvero esce dai classici canoni della fanciulla shoujo indifesa, riservata e dai pensieri puri, insomma un tipo di protagonista che a me piace, per la sua grinta, sfacciataggine e carattere forte (anche se le insicurezze amorose rimangono), ma che non ci da niente di nuovo se si è abituati a leggere i manga di questa autrice.

I ragazzi che le ronzano attorno sono due, che formano un triangolo amoroso piuttosto rincorrente. Uno è il classico amico d'infazia, Tokio, che tutto d'un tratto si ritrova attratto da lei e fa i conti con la prima tempesta ormonale. L'altro è il protagonista maschile, Toyo (fantasia nei nomi?). Ecco, forse il personaggio che esce di più dai classici schemi è proprio Toyo che dovrebbe rappresentare il "ragazzo ideale": bello bello in modo assurdo, donnaiolo, bad boy e capo di una banda di teppisti molto temuti, il sogno proibito di ogni ragazza. Ma è davvero tutto oro ciò che luccica? No! Il particolare simpatico di questo shoujo è proprio che viene smontato totalmente il fico di turno, che si dimostra solo un bel faccino, perché Toyo in verità è un gran fifone e piuttosto deboluccio quando si tratta di fare a botte, tanto che si ritroverà Otome a difenderlo definendo un "mollaccione"

Cover del secondo volume
che fa da puzzle con
la prima
Il tratto della mangaka è sempre lo stesso, sempre molto grintoso, moderno e sensuale. Nonostante ci siano allusioni al sesso, alla prima volta, il fumetto non cade mai nell'erotico, ma infondo è risaputo che l'autrice, nonostante affronti spesso questo tema nei suoi manga, non cade mai nello smut mantenendo sempre un certo pudore.

Il fumetto in se è carino, mi ha strappato qualche sorriso e mi è piaciuto come Yokoyama sensei ha smontato il classico ragazzo bello e maledetto (forse l'unica nota innovativa di tutto il manga) rendendolo un "mollaccione" che deve essere difeso dalla propria ragazza. Però di questa mangaka c'è sicuramente di meglio in giro, Otomental non è certo un manga che mi sento di consigliare, molto meglio alcuni volumi unici.

4 commenti:

  1. E' un titolo che vedo spesso in giro ma non mi ha mai incuriosita più di tanto...in effetti la storia non mi sembra nulla di che. Magari tengo d'occhio l'autrice dato che in generale la consigli, ma punto su altri titoli :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio casomai di recuperare qualche volume unico per farti un'idea dello stile e delle storie. Otomental è solo una miscela non troppo riuscita dei suoi classici elementi...

      Elimina
  2. A me non piace tanto il tratto dell'autrice, quindi anche avendo sentito parlare bene di alcuni titoli non ho mai letto niente di suo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tratto è davvero molto "alla moda" però almeno si distingue da altre mangaka. Casomai prova qualche storia breve, ne ne ha scritta un sacco :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...