domenica 18 gennaio 2015

Sugar*Soldier by Mayu Sakai

Avendo il portatile in riparazione faccio fatica ad aggiornare, ma vedrò di fare del mio meglio cercando di sfruttare il computer fisso quando non è occupato dagli altri membri della famiglia u.u 
Di cosa parliamo oggi? Di Sugar*Soldier! Ultima opera di Mayu Sakai ancora in corso in Giappone e pure in Italia. L'autrice la conosciamo per Rockin' Heaven e Momo soprattutto, ma anche per opere minori come Nagatacho Strawberry, Peter Pan Syndrome e Clemantica Shoe Store :) Questo fumetto ha cominciato la sua pubblicazione italiana nel 2014, ma prima di recensirvelo volevo inquadrarlo meglio: non si giudica un fumetto dal primo volume!




Titolo: Sugar Soldier
Autore: Mayu Sakai
Casa editrice: Planet Manga
Anno di pubblicazione: 2014
Stato: in corso
Volumi: 5 in corso

"Makoto è una ragazza piuttosto insicura e non si sente per niente carina visto che, sin da piccola, è stata messa a confronto con la sorella Rika, famosa modella. La maggior parte delle persone e dei ragazzi l'ha sempre avvicinata con la scusa di arrivare a Rika. 
Ora Makato inizia il liceo e ha intenzione di cambiare e soprattutto di non attirare troppo l'attenzione come "la sorella minore di Rika". Ma accidentalmente in corridoio si scontrerà con un ragazzo Iriya, che le rovescerà del succo sulla giacca, costringendola a presentarsi alla cerimonia di apertura solo con la camicetta e quinti attirando l'attenzione di tutti, e cosa peggiore, fuori scuola l'aspetterà Rika che le ruberà subito l'attenzione delle compagne di classe alla quale si era aggregata."




Comincio specificando che questo shoujo è tuttora in pubblicazione su Ribon, quindi da Dipendenti esperti quali siete, il genere è piuttosto infantile e visto e rivisto, ma io sinceramente l'ho comprato per la magia che le storie di Mayu Sakai sanno trasmettere! Le serie lunghe di questa autrice le ho adorate, quindi non ci ho pensato più di tanto a comprare anche Sugar*Soldier confidando in qualcosa di unico e frizzante. Cosa mi sono ritrovata a leggere? Un'opera che mi ha ricordato troppo Rockin Heaven e che di primo impatto non mi ha detto niente!
Ci ritroviamo una protagonista, Makoto, molto infantile e insicura di se stessa, che si preoccupa soprattutto del suo senso estetico. Si innamorerà piuttosto velocemente del suo compagno di scuola Iriya, l'unico che vedrà Makoto per quella che è realmente e non semplicemente "la sorella minore di Rika". Devo dire però che Makoto, andando avanti con i capitoli, farà un salto di qualità e, dopo una delusione amorosa, troverà finalmente coraggio in se stessa diventando un personaggio forte: insomma ammetto che da metà del quarto volume in poi la storia ha iniziato a piacermi molto di più grazie proprio a questo cambiamento.
Il personaggio di Iriya, per quanto possa essere bello, popolare e quello-che-vuoi, non mi ha fatto una bella impressione per il semplice fatto che, toglili il sorriso sulle labbra, assomiglia terribilmente a Ran di Rockin Heaven: popolare, figo, misterioso, passato tragico e con problemi a mettersi con la protagonista. Insomma un Ran giusto un po' più allegro e amichevole: Sakai sensei non ha passato il test per quanto riguarda l'originalità del suo LUI.
In compenso i personaggi secondari mi piacciono decisamente un sacco ma sono davvero poco sviluppati nonostante siano ben caratterizzati: abbiamo la migliore amica un po' maschiaccio, l'affascinante migliore amico di lui, la sorella Rika che in realtà non ha mai avuto nulla contro Makoto, e poi ...la Gothic Lolita fissata con le favole ♥ penso che quest'ultima, con i suoi abiti e le sue frasi che fanno riflettere, sia la cosa meglio riuscita a Sakai sensei! Mi dispiace vedere questi personaggi usati un po' troppo come contorno visto le loro particolarità.
Nonostante non sia il massimo dell'originalità però i disegni e la capacità narrativa dell'autrice si fanno notare parecchio. Sakai sensei migliora sempre di più nel disegnare i suoi protagonisti e le ambientazioni che li circondano, con una capacità allarmante di rendere una storia a tratti banale, scorrevole e piacevole. È un manga che secondo me comincia a prendere una bella piega più avanti, quando i soliti cliché cominciano a sfumate e la protagonista inizia a cambiare realmente spinta soprattutto dalla sua delusione amorosa.
Lo consiglio per i veri fan di Mayu Sakai e delle storie alla Ribon, non lo consiglio a chi non piacciono le protagonista con paranoie interiori e davvero insicure. Poi, per chi non ha mai letto niente di questa magaka vi do un consiglio: cominciate dai manga precedenti se volete apprezzarla!

  • Di questo shoujo esiste anche una trasposizione animata che, vista la durata degli episodi, ha più scopo pubblicitario verso il manga.


2 commenti:

  1. A me erano piaciuti tantissimo Momo e Peter Pan Syndrome! Questo non mi attirava molto e vista la tua recensione credo lo lascerò un po'in coda (anche perché ho altre cose dell'autrice da recuperare)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meglio approfittare dei suoi manga passati ;) in questo perde un po' di smalto Sakai sensei

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...