martedì 16 gennaio 2018

CLOW CARDS MANGA (SHOUJO) TAG

Buongiorno ♥ lo sapete cosa ci ha portato il 2018? La nuova serie animata del manga sequel di Card Captor Sakura della Clamp. E quindi perché non festeggiare questo bel evento con un simpatico tag a tema? Ho scovato questo tag grazie alla youtuber DadaChan e non potevo non riproporvelo. Mi sono permessa di apportargli solo una piccola modifica, ovvero rispondendo tutto a tema shoujo.

Ho trovato la scusa per sfoderare le mie carte di Sakura piene di polvere

1. THE SLEEP - uno shoujo che ti fa immergere nel sonno più profondo: Tsubasa e Hotaru di Nana Haruta
Ormai dovete aver capito quanto (non) mi piace questa autrice. Il suo nuovo manga, attualmente in corso in Italia grazie a Planet Manga l'avevo cominciato tempo fa in scan, prima in italiano e poi  in inglese. Di solito le scan le leggo la sera a letto sotto le coperte nell'attesa di addormentarmi, e Tsubasa e Hotaru si è rivelato davvero un ottimo manga per far conciliare il sonno: mi sono seriamente addormentata! L'ho trovato lento, sciocco, pieno di cliché e di situazioni che si ripetono e di personaggi ottusi. Magari appena leggo la fine ve lo recensisco.

2. THE SWEET - uno shoujo più romantico che hai letto: Dolce Primo Amore di Ai Minase
Tutti i fumetti di Minase sensei sono sinonimo di romanticismo allo stato puro, estrema dolcezza, smielati al punto giusto da farti imbarazzare durante la lettura. Sono tutti abbastanza banali e simili però davvero riescono a trasmetterti un sacco di emozioni con le loro atmosfere romantiche e i disegni bellissimi. Dolce Primo Amore è il mio preferito, è un po' diverso dagli altri e ho apprezzato molto la dolce storia tra i due amici d'infanzia, mi scioglievo volume dopo volume.

3. THE DASH - uno shoujo che hai terminato in tempo record: Hanayori Dango di Yoko Kamio
Ogni volta questo shoujo si aggiudica un tag per qualcosa. Ho cercato di inserire qualche altro titolo, ma penso di non aver letto niente così velocemente come Hanadan, è stata una droga da cui non riuscivo a staccarmi anche leggendo in scan e in inglese. Una storia che mi ha tenuta incollata pagina dopo pagina tanto da restare sveglia qualche notte per portarlo a termine. Sono davvero tanti i volumi e tanti capitoli, e ancora mi meraviglio della mia voracità. Bellissimo e consigliato!

4. THE LOOP - uno shoujo che hai letto più e più volte: Gals di Mihona Fuji
Quando ho voglia di farmi un due risate, quando ho voglia di uno shoujo diverso con quelle protagoniste diverse, quando ho voglia di fare un giro a Tokyo e passeggiare tra le strade di Shibuya, Gals è la soluzione ideale. È stato uno dei miei primi manga, anche se il mio amore per questo shoujo è nato grazie all'anime che trasmettevano su Rai2. È il manga che ha fatto scattare in me la passione per il Giappone, forse perché tra le sue pagine troviamo davvero la vita vera ...anche se un po' esagerata.

5. THE MAZE - uno shoujo che non hai mai finito: Le situazioni di Lui e Lei di Masami Tsuda
Mi sono svegliata tardi nel recuperarlo, e nonostante le svariate edizioni uscite mi ero pure messa in testa di volere quella originale della Dynit. Purtroppo era ed è tuttora abbastanza introvabile quell'edizione, non per niente la Planet Manga ha deciso di ristamparlo, io però resto ferma al volume quindici mi pare. Spero di completare la serie prima o poi in modo da leggere tutto questo shoujo.

6. THE LIGHT - uno shoujo che ti ha reso felice in un momento buio: Amami lo stesso di Aya Nakahara
Quale miglior medicina per tirarsi su il morale? I fumetti della Kakahara sono una garanzia per farsi un due risate in quei periodi bui della nostra vita, e Shibata si è rivelato per me un raggio di luce ed energia quando ne avevo bisogno. Nonostante è finito ad agosto, gli ultimi volumi li ho letti dopo, con calma, li ho conservati per un recente momento no di quest'anno, per tirarmi su il morale nelle giornate più dure: e ha funzionato!! Quindi se avete bisogno di un po' di sana allegria per illuminarvi la giornata i fumetti di questa autrice sono la soluzione, tra questo josei, Lovely Complex, Lovely Complex TwoBerry Dynamite e Nanaco Robin, abbiamo una buona scelta!

7. THE ERASE - uno shoujo che hai cancellato dalla memoria: Sugar, La fatina delle neve di Koge Donbo
È un maho shoujo breve ma vecchio, edito ai tempi della Play Press. Mi ricordo che era ambientato in un paesino tedesco e c'erano le fatine, ma ammetto che la trama davvero mi sfugge, cosa facevano queste fatine? Mi pare che fossero golose di dolci e la protagonista, una umana, aveva a che fare con il mondo della musica. Al tempo sono sicura che mi piacque molto come manga, però ho i ricordi davvero sbiaditi. 

8. THE CREATE - uno shoujo a cui avresti dato un altro finale: Bokura Ga Ita di Yuuki Obata
Questo fumetto è sinonimo di agonia e sofferenza, tra i volumi che uscivano lentamente e la piega tragica della storia è riuscito a farmi il cuore in piccoli pezzi. A peggiorare il tutto mettiamo un protagonista maschile che sparisce nel nulla e non si fa più vivo per anni lasciano Nanami da sola senza una parola o una spiegazione. Per una delle rare volte non avrei voluto che la coppia principale finisse insieme, se potessi cambiare il finale farei accettare a Nanami la proposta di matrimonio di Takeuchi che le è stato accanto non lasciandola mai sola.

9. THE DARK - uno shoujo che risveglia i tuoi istinti omicidi: Vampire Knight di Matsuri Hino
Bellissimo, iniziato benissimo, ma dopo dieci volumi volevo già lanciarlo dalla finestra. Poi mi sono trattenuta. L'ho continuato fino al quindicesimo volume e l'ho finito leggendolo a scrocco da una mia amica. Hino sensei ha ingarbugliato troppo la trama scostandosi completamente da come era iniziata la storia. Ha creato tanti personaggi con del buon potenziale per ritrovarsi alla fine incapace di gestirli. Ma vogliamo parlare dalla  protagonista? Del triangolo amoroso? Faccio prima a trattenervi per il vostro bene, perché davvero Vampire Knight risveglia i miei istinti omicidi.

Vi è piaciuto il tag? Concordate su alcuni titoli che ho scelto? E voi cosa avreste messo? Sentitevi liberi di riproporlo sul vostro blog!

11 commenti:

  1. Anche io non ricordo niente di Sugar... vuoto totale.. ma sono certa che lo avevo e che l'ho dato via (probabilmente è la ragione per cui me ne sono sbarazzata). :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È stata una lettura molto intensa per entrambe XD

      Elimina
  2. Ciao ! il tag è veramente molto carino ! devo dire che su Tsubasa e Otaru concordo pienamente.. avevo iniziato a leggerlo su otakumole , ma poi mi sono stancata , anche perchè iniziavo a tifare per Touma (credo si chiami così) che sembrava l'unico sveglio e con un cervello, quindi l' ho abbandonato=(.
    Concordo pienamente anche su Vampire Knight.. all'inizio l'ho letto in scan perchè mi ero innamorata dell'anime , ma vedendo l'andamento del manga l'ho droppato in poco tempo... e ora che conosco il finale .. sono contenta di non averlo comprato XD comunque bellissimo tag! credo che lo proporrò anche io sul mio blog ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo proponi sul tuo blog verrò a darci un'occhiata :) ma sai che pure io ad un certo punto ho iniziato a tifare per Touma, lo preferivo mille volte di più al protagonista maschile mezzo addormentato!!

      Elimina
    2. Si assolutamente ! Hakkey ( o come si chiama) è eccessivamente addormentato...Touma invece lo trovo più credibile , e con maggiore spessore a livello caratteriale XD Comunque ho inserito il tag sul mio blog ^-^ fammi sapere cosa ne pensi ;*

      Elimina
  3. Che carino questo tag! L'anime di sakura mi piaceva un sacco e dovrei proprio recuperare il manga! Magari appena trovo un po' di tempo lo faccio anche io, magari non solo shoujo perché ne ho letti davvero pochi (e spesso faccio confusione con i josei xD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riproponile in tutte le categorie che vuoi :3 è sempre un piacere per me scovare nuovi titoli di generi diversi!

      Elimina
  4. Hanadan dava decisamente dipendenza, anche se io scoprì prima il cartone e poi il manga quindi avevo meno fretta di recuperare! Concordo anche sul fatto che gli shojo della Nakahara mettano tutti di buon umore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'anime non l'ho ancora vista, sono rimasta un attimo traumatizzata dalla traduzione del titolo in italiano, ma magari prima o poi lo recupero: tra manga e adattamenti drama, mi manca solo l'anime :)

      Elimina
    2. Si riconosco il fatto che avesse un titolo davvero ignobile però ricordo che registravo tutte le puntate tanto mi piaceva XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...