venerdì 8 maggio 2015

Vampire Knight by Matsuri Hino

Buongiorno miei cari dipendenti ♥ oggi ho voglia di sfornare per voi una recensione su uno degli shoujo più chiacchierati negli ultimi anni, è impossibile non conoscere il celebre Vampire Knight di Matsuri Hino edito dalla Planet Manga qui da noi: amore, vampiri e una pubblicazione finalmente terminata l'anno scorso.



Titolo: Vampire Knight
Autore: Matsuri Hino
Casa editrice: Planet Manga
Anno di pubblicazione: 2006
Stato: concluso
Volumi: 19

"La Cross Academy è una scuola prestigiosa privata, caratterizzata da due corsi: la DayClass frequentata da studenti normali che svolgono le loro lezioni quotidiane durante il giorno, e la NightClass corso d'élite per studenti bellissimi e intelligentissimi che sono niente meno che vampiri, infatti le loro lezioni si svolgono la notte. A mantenere un certo controllo della situazione quando le due classi vengono a contatto per mantenere il segreto dei vampiri ci sono Yuuki Cross e Zero Kiryu, i "Guardiani". Ma ben presto le vite dei due Guardiani saranno stravolte dai loro veri passati profondamente legati con la NightClass."



Incomincio questa mia recensione con una mia supposizione: penso che il successo mondiale di questo shoujo sia stato favorito tremendamente dalla mania dei vampiri che ha portato Twilight, non per niente questo fumetto è uscito praticamente in concomitanza con la celebre saga della Meyer scalando insieme un successo quasi parallelo.
Vampire Knight è uno shoujo decisamente diverso, accompagnato da uno stile tetro e gotico, sfumature fanta-horror e con qualche punta di umorismo qua e là. L'idea di base devo dire che è stata originale e i primi volumi mi hanno conquistata. All'inizio partiamo con uno shoujo scolastico dalle tinte vampiresche ma poi il fumetto si trasforma diventando un'opera più contorta e avvolta in un'atmosfera misteriosa.

La sensei ha creato un numero decisamente ampio di personaggi intrecciandone i passati e le vite presenti, e penso che questa moltitudine di vampiri e umani sia stato uno dei punti di forza iniziali di questo manga, ma anche una nota negativa nel suo proseguimento. Gestire tanti personaggi è difficile, e diventa sempre più complesso se ne vengono inseriti sempre di nuovi e in modo caotico, tanto che molti verranno messi da parte o fatti apparire giusto per, insomma la situazione personaggi diventerà piuttosto insostenibile a mio dire.
I protagonisti principali sono essenzialmente tre, e guarda caso costituiscono un triangolo amoroso: Yuuki, Zero e Kaname.
Yuuki Cross è la protagonista indiscussa di Vampire Knight, allegra, sbadata, socievole, a cui tutto d'un tratto capita di tutto e ci viene svelata la sua vera identità, e penso che questa scoperta su chi sia lei veramente sia la chiave di volta di tutto il manga, che a parer mio lo stravolge in maniera negativa (non mi sta molto simpatica!). Tutto ruoterà attorno a sta Yuuki che sinceramente non si capisce cosa vuole nella vita, soprattutto amorosa.
Poi c'è Zero Kiryu che ricopre lo stereotipo del "bello e tenebroso", che penso che sia uno dei personaggio meglio riusciti di tutta l'opera nonostante la sua continua "agonia". Insomma la storia che c'è dietro  a questo personaggi è davvero ben costruita e accattivante, ci fanno in sostanza capire molte cose di lui e ce lo fanno amare.
Kaname Kuran è invece il "bello e generoso" in apparenza, il principe azzurro che tutte vorrebbero compresa Yuuki. Dietro questo personaggio è nascosta però un'intricata storia soprattutto famigliare che sarà uno dei punti principali per cui il manga si stravolgerà sempre di più.
La conclusione di questo triangolo, e del manga stesso, è stata una delle cose più odiose mai viste: l'autrice ha deciso di accontentare tutti i fan di ogni ship, concludendo il fumetto con un macello che mi ha portata ad odiarlo. Ha creato questo shoujo degno di nota e lo concludi in poltiglia? Che fine hanno fatto tutta l'altra marea di personaggi che hai inventato? Io ho amato particolarmente tutti i personaggi secondari  ♥

Per me però il punto forte sono stati di disegni shoujo dal fascino tetro e misterioso, penso che il tratto di Hino sensei sia un vero e proprio capolavoro riconoscibile al primo impatto. I suoi disegni li trovo davvero raffinati ed eleganti. decisamente a pennello con l'opera.
In conclusione posso dire che è uno shoujo che ho cominciato con entusiasmo ma che ha finito per deludermi diventando molto caotico, tanto che ad un certo punto mi ha davvero stufato e attorno al tredicesimo volume ho smesso per acquistarlo. È uno di quei manga che più lo allunghi e più perde smalto, parte bene ma continua peggiorando, per non parlare della lentissima pubblicazione che faceva uscire due volumi all'anno (non solo in italia!). Se cercate uno shoujo diverso e con tratti fantasy, fidatevi che c'è ne sono molti di migliori sul mercato, questo è stato davvero una delusione per me.
  • La serie vanta anche di una trasposizione anime dal 2008 composta da ben 2 stagioni. L'anime è stato doppiato pure in italiano e i DVD sono reperibili grazie a Kaze. (il design dell'anime è davvero un insulto al tratto di Hino sensei: inguardabile!)
  • Sono stati realizzati ben 3 romanzi ispirati alla saga, grazie alla collaborazione tra Matsuri Hino e Ayuna Fujisaki. Tutti e tre i romanzi sono arrivati anche in Italia grazie alla Panini Comics, e si chiamano rispettivamente "Vampire Knight - Il cavaliere vampiro: il peccato del ghiaccio blu", "Vampire Knight - Il cavaliere vampiro: la trappola del ghiaccio nero" e "Vampire Knight - Il cavaliere vampiro: sogno d'argento".

4 commenti:

  1. A nessuno piace Yuuki...concordo con te, all'inizio mi piaceva da matti, verso la fine (io l'ho comprato tutto) sono arrivata quasi ad odiarlo. L'unica cosa con cui non concordo è il finale, è un po'sgamo (ma vogliamo parlare del finale di Twilight? XD), ma è una soluzione che mi è parsa quasi elegante: alla fine Yuuki SPOILER non riesce a farseli tutti e due perché muore per far risorgere Kaname, pensa se fosse vissuta in eterno e se li fosse passati entrambi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io davvero non sono riuscita a finire di comprarlo, l'ho finito di leggere a scrocco solo per curiosità XD

      Elimina
  2. Ottima recensione, condivido con te... A nessuno piace Yuki! XD La sua indecisione porta tanta sofferenza ai due personaggi maschili principali... e fa rodere le mani a noi lettori! Il finale è il caos... Tentando di accontentare tutti, la mangaka non ha accontentato nessuno. Certo da un lato può sembrare un finale poetico ed elegante, dall'altro lo scorrere di secoli illustrato in qualche pagina può sconvolgere il lettore che non sa cosa succede a tutti i personaggi della saga che ha amato in questo arco temporale molto lungo. Comunque volevo aggiungere che anche la terza novel è arrivata nel 2014 in Italia :) E si chiama: Vampire Knight - Il cavaliere vampiro: Sogno d'Argento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, il finale mi ha decisamente disorientata e lasciato un po' così ...da non capirci niente. Comunque grazie per l'informazione sulla terza light novel, aggiorno subito il post ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...