martedì 8 dicembre 2015

Recensione: Afterschool Nightmare - Tra sogni e incubi

Eccomi qua, lettori, con la recensione della settimana ♥ spero di mantenere questo ritmo per quanto riguarda le recensioni!
Scegliendo di che shoujo parlarvi, se vecchio o nuovo, ho pensato di proporvi qualcosa di insolito, un fumetto per ragazze che sfora dai classici canoni che conosciamo, incantandoci con una trama originale e macabra: Afterschool Nightmare di Setona Mizushiro.
L'autrice approda in Italia con quest'opera nel 2008 grazie alla Star Comics, ma altri suoi manga, molti dei quali yaoi/shonen-ai, saranno poi pubblicati dalla Ronin Manga e FlashBook.


Titolo: Afterschool Nightmare
Titolo originale: Hokago Hokenshitsu
Autore: Setona Mizushiro
Casa editrice: Star Comics
Anno di pubblicazione: 2008
Volumi: 10
Stato: conclusa

"Mashiro Ichijo è uno studente del primo anno di una scuola superiore costretto a nascondere un grande segreto, per una strana ragione il corpo è per metà uomo, la parte superiore, e per metà donna, il che gli rende la vita piena di dubbi riguardo la sua identità sessuale. A scuola vive come un ragazzo ma purtroppo è costretto a lasciare il club di kendo, così un giorno vagando per i corridoi, viene invitato da una strana professoressa in una infermeria sotterranea. Cosa nasconde la scuola? E come fanno alcune persone a conoscere il segreto di Mashiro?"


Dimenticatevi di tutti i shoujo manga che stanno uscendo ultimamente, tenete solo un'ambientazione scolastica e tanti problemi, perché questo fumetto distrugge tutta la monotonia a cui siete abituati.
Afterschool Nightmare è un fumetto che brilla per la sua trama originale, zeppo di personaggi tormentati, misteri dietro l'angolo e atmosfere macabre.

È uno shoujo surreale e psicologico, un fumetto fuori dall'ordinario costruito alla perfezione. Molte volte gli autori rischiano di creare cose senza senso gestendole male quando c'è di mezzo il paranormale, intricando così tanto la vicenda da non farci capire più niente, ma non è questo il caso.


Partiamo dai personaggi. Mashiro Ichijo è la nostra/o protagonista (lui o lei? Facciamo lei!) che ci accompagnerà lungo tutto il manga, un umano ermafrodito con parecchi problemi con la sua identità sessuale: la sua metà inferiore del corpo è quello di una ragazza, ma la metà superiore è quella di un ragazzo così decide di identificarsi come tale. È una protagonista molto introversa e complessa, che condivide da sola questo terribile smarrimento d'identità.
Poi c'è Sou, il bello e popolare dal cuore di ghiaccio, che conosce il segreto della nostra protagonista ed è attratto dalla sua parte femminile. Misterioso e affascinante, nasconde dentro di se un peccato incestuoso. E poi c'è Kureha, ragazzina vivace e carina, con la paura per gli uomini dopo una terribile molestia passata, finirà con l'innamorarsi proprio di Maschiro vista la sua identità non totalmente maschile.
Abbiamo quindi un triangolo amoroso (quello non manca mai) ma non eccessivamente lagnoso, l'ho trovato utile per la ricerca di genere della protagonista.

Tutti i ragazzi, ma non solo loro tre, condividono questo strano doposcuola che si svolge in infermeria, distesi nel proprio letto ma allo stesso tempo insieme dentro il sogno. Incubi macabri, paure da affrontare, drammi da superare, è questo lo scopo delle loro misteriose sedute nell'infermeria sotterranea, con lo scopo di portarli al diploma e maturarli interiormente . Insomma uno shoujo molto psicologico, grazie a questo "doposcuola degli incubi" la costruzione dei personaggi, dai principali fino a quelli secondari, è molto fitta e profonda. Questo è sicuramente uno dei punti di forza del fumetto, davvero suggestivo e ben realizzato. Ha un susseguirsi di colpi di scena inaspettati, il che lo rende imprevedibile e mai noioso, sorprendendoci con un finale degno di tutta l'opera.

I disegni sono semplici e crudi, se fosse stato solo per loro non so se gli avrei dato una possibilità, di primo impatto non mi hanno entusiasmato, quindi il mio consiglio e di non fermarsi all'apparenza. (so che i disegni fanno la loro parte in un fumetto). Quando invece ci immergiamo negli incubi dei personaggi, il tratto macabro di Mizushiro sensei ci sta a pennello!

È un fumetto diverso, se cercate qualcosa fuori dagli schemi stufi delle solite paturnie, allora fa al caso vostro. Un po' di romance, un po' di macabro (ho perso il conto di quante volte avrò detto macabro ma è la prima parola che mi è venuta in mente leggendolo!) ma anche angosciante per i miei gusti, sarà che io sono facilmente suggestionabile e emotivamente contagiosa, ma nel complesso è uno shoujo che vale la pena leggere per immergersi di una sfaccettatura diversa di questo genere di manga.

9 commenti:

  1. Mai letto, ma ne hai parlato bene, dev'essere bello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È strano come shoujo, forse il suo essere così diverso che tende a frenare le persone nel leggerlo

      Elimina
    2. A me piacciono quelli diversi però :)

      Elimina
  2. Complimenti per la recensione! *_* Questo è finito dritto dritto in wish list! :)
    P.S. complimenti per la grafica invernale! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^^ (sia per la recensione che per la grafica) ...merita molto questo fumetto!

      Elimina
  3. Me ne hanno parlato bene diverse volte e mi ispira tantissimo :) Non sono una fan degli shojo "duri e puri", ma quando ci sono di mezzo fantasy e paranormale, mi intrigano molto di più! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora questo potrebbe fare per te ^^ si distacca completamente dalle storie classiche, tanto che le prime volte mi sono chiesta se davvero fosse uno shoujo manga XD

      Elimina
  4. Il tratto della Mitsuhiro non mi entusiasma, così stavo per saltare a priori questo manga. Poi una mia amica ha insistito per prestarmelo e mi è piaciuto tantissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uguale per me, l'ho ignorato per via dei disegni ma meno male che me l'hanno prestato ...rischiavamo di perderci un bel manga!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...