sabato 9 gennaio 2016

Giorno 19 - Una serie che all’inizio non ti piaceva, ma che poi hai apprezzato

Torniamo alla carica con questo meme. Mese di esami vuol dire mese di tempi duri per il blog, quindi un po' di chiacchiere tappa-buchi ci stanno.
Ammetto che questo giorno 19 è stato piuttosto difficile, se un manga non mi piace dall'inizio non lo leggo, sono molto selettiva, capita più il contrario, ovvero che la delusione arriva dopo. Alla fine ho deciso di proporvi l'ultimo fumetto che sto leggendo in queste vacanze di Natale e che mi pento amaramente di non aver mai comprato: Hana Yori Dango di Yoko Kamio.

È un fumetto edito in Italia dal 2002 al 2006, anche se in Giappone è stato pubblicato all'inizio degli anni '90. L'ho sempre visto in fumetteria ma non l'ho mai preso per due ragioni: i disegni non mi hanno mai stimolata troppo e il fumetto contava ben 48 volumi qui da noi (37 in Giappone). Quando uno shoujo ha troppi volumi tendo a snobbarlo, ho sempre paura che peggiori man mano, cosa che ormai capita sempre più spesso. È uno shoujo famoso ma, al tempo, ho deciso di non farmi influenzare (già avevo shonen lunghi lunghi da portare avanti!) ...voi non sapete quanto me ne pento ora!
Durante queste vacanze ho deciso, per pura semplice curiosità, di leggermi le scan in inglese, convinta che l'avrei abbandonato a metà visto il cospicuo numero di capitoli, 240  circa, da leggere in un'altra lingua (mi capita spesso di stufarmi quando leggo in inglese), ma ciò non è successo! Hana Yori Dango mi ha preso davvero tantissimo e l'ho divorato molto velocemente, complice anche il fatto che i capitoli finivano in modo brusco lasciandoti addosso la smania di voler continuare a leggere. Penso che un fumetto non mi emozionava così tanto da anni (escluso Orange ♥).

Il punto di forza è sicuramente il modo in cui è scandita la storia, l'alternarsi di diverse situazioni, da quelle comiche, serie, dolci e anche no-sense. Da notare poi l'evoluzione del tratto dell'autrice sempre più bello e una caratterizzazione profonda dei personaggi, non si può non amarli (insomma, in 37/48 volumi, ci mancherebbe altro!). La coppia principale che manda avanti tutta la vicenda mi ha fatto sognare ad occhi aperti come una adolescente alle prese con il primo amore, i loro sentimenti reciproci, le avversità della vita che più volte li hanno separati, mi hanno emozionata tanto *cavalca unicorni rosa*
Ovviamente ci sono alti e bassi, non è tutto rose e fiori come vi sto raccontando, ma le critiche le lascio alla futura recensione che vi farò.
È stato davvero una piacevole scoperta questo shoujo, ora come ora, mi sto davvero pentendo un sacco di non avergli dato una possibilità prima. Essendo un fumetto vecchiotto e con tanti numeri, dubito che sia facile recuperare l'edizione italiana, posso solo incrociare le dita e sperare in una ristampa, non troppo lontana, da parte della Planet Manga, alla fine stiamo sempre parlando di uno shoujo che è entrato nel cuore di molti lettori e, non per niente, ha vinto nel 1995 il premio Shogakukan Manga Awards come miglior shoujo.


"30 giorni di anime e manga preso da Prevalmentemente Anime e Manga"

10 commenti:

  1. Effettivamente i disegni non sono il massimo :( però ho visto il drama coreano e quello giapponese che hanno tratto da questo manga, quindi l'ho inserito nelle cose da leggere, prima o poi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'inizio lasciando un po' a desiderare, poi il tratto dell'autrice migliora molto :) recupererò sicuramente i drama, sono molto curiosa!

      Elimina
  2. Ho visto solo il drama giapponese, sono curiosa di leggere la tua recensione

    RispondiElimina
  3. Disegno, lunghezza, pareri negativi e una sorta di antipatia a pelle per Yoko Kamio mi tengono lontana da Hana Yori Dango, ma mai dire mai nella vita :)

    Nel mio caso, invece, la serie che all'inizio non mi piaceva e poi ho amato è Paradise Kiss della Yazawa ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, mai dire mai, mi sono sorpresa che mi sia piaciuto visti, appunto disegni e lunghezza, fortunatamente le opinioni che leggevo erano sempre altalenanti, mai negative ;) da me avrai sicuramente un'opinione positiva.

      Ecco Paradise Kiss invece non mi è piaciuto dall'inizio alla fine o.o

      Elimina
    2. Ne terrò conto ;)

      Paradise Kiss più lo leggevo e più lo adoravo, sia la storia sia soprattutto i personaggi, Joji in primis (anche se mi rendo conto che è il più odiato nel fandom :( diciamo che dopo qualche capitolo comprendevo sempre al volo le sue ragioni e le sue emozioni, l'ho sentito molto vicino, ecco...). Il finale mi è piaciuto, mi ha proprio commossa ahahahhaah

      Elimina
    3. Andro a sfogliare di nuovo Paradise Kiss XD più che Joji, un personaggio per me fuori dal comune e intrigante, io avevo dei problemi a farmi andare giù la protagonista!

      Elimina
  4. Ho sempre snobbato Hanadan perché non mi piacevano i disegni, poi ho visto il drama e l'ho amato tantissimo! Prima o poi leggerò di sicuro anche il manga, per il momento è nella mia wishlist (senza fine) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa cosa dei disegni è un problema comune a quanto pare XD proprio in questi giorni mi sto guardando il drama coreano e lo trovo molto carino **

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...