domenica 14 febbraio 2016

#4 Shoujo Cliché: cioccolato per San Valentino ♥

Torniamo alla carica con una nuova puntata di Shoujo Cliché, la rubrica del blog che si occupa di raccogliere e analizzare quegli eventi "cliché"che caratterizzano i nostri amati fumetti per ragazze.



Non è un caso che io abbia deciso di pubblicare questo post proprio oggi: San Valentino, la festa degli innamorati. Nella maggior parte degli shoujo manga questo giorno viene affrontato spesso, soprattutto perché se un buon momento per esprimere i sentimenti alla persona amata: quante protagoniste decidono di dichiararsi proprio durante la festa degli innamorati? Tantissime ♥


San Valentino è una festa molto popolare in Giappone, e come per il Natale, è stata importata dall'occidente e usata a puro scopo commerciale. Ovviamente i giapponesi non hanno semplicemente pescato questa festività e riportata pari pari a casa loro, ma l'hanno rielaborata, legandola in particolar modo al cioccolato, infatti le vendite di quest'ultimo sono molto alte in questo periodo.
Qui da noi sicuramente non mancano le confezioni a tema di Baci Perugina, ma abbiamo aggiunto tantissime altre minchiate (pardon, scusate il termine.) commerciali che fanno perdere di anno in anno la semplicità di questa festa che trovo molto dolce (sono una romanticona ♥)

Come avviene San Valentino nel Sol Levante?
Prima di tutto è il giorno in cui avviene il boom delle dichiarazioni. Si sfrutta infatti la festa degli innamorati per dichiararsi alla persona amata, e negli shoujo è una cosa davvero frequente. Sono solo le ragazze a fare il primo passo regalando il cioccolato ai maschietti, questi ultimi non donano niente in cambio sul momento (al massimo risponderanno alla dichiarazione spero), ma appena il 14 marzo, chiamato anche White Day (lo affronteremo nel prossimo cliché), quindi il cioccolato viene donato dalle ragazze ai ragazzi (se sei una ragazza che ama il cioccolato sei fregata insomma, almeno  per questo sono contenta di vivere qua: oggi mi abbuffo!)

Vengono regalati tre tipi di cioccolato:
  • Giri-choko (cioccolata d'obbligo): legata alle convenzioni sociali dei giapponesi. Le ragazze regalano del cioccolato, di basso valore, ai proprio compagni di classe o colleghi di lavoro, è una formalità insomma.
  • Tomo-choko (cioccolata dell'amico): la si può definire la cioccolata della friendzone, se hai un amico a cui sei molto legata, gli regali della cioccolata un pochino più speciale. Spero che le giapponesi spieghino il perché del tomo-choko, chissà poi che fantasie mentali si fa lui. Talvolta questo scambio avviene anche tra ragazze o stretti famigliari.
  • Honmei-choko (cioccolata del prediletto): e quando l'amour è nell'aria, ci si rimbocca le maniche e ci si mette ai fornelli (o si spende un po' di più). Questa e la cioccolata per la persona amata, per il proprio marito, compagno, fidanzato o futuro ragazzo. 
Questa distinzione l'ho affrontata per la prima volta nel manga di Card Captor Sakura, hano spiegato molto bene l'esistenza di diversi tipi di cioccolata da scambiarsi.


Cosa succede nei fumetti shoujo?
La classica situazione da cliché iniziata con la protagonista che si crogiola nel panico perché San Valentino è vicino, valutando se sfruttare questa giornata per dichiararsi. Molte volte il risultato non è molto chiaro anche se da il cioccolato alla persona amata, viene spesso scambiato come segno di amicizia o formalità cadendo della friendzone (soprattutto se il protagonista maschile e popolare, e riceve cioccolato a palate dalle ammiratrici dando a tutte un valore poco simbolico ...pure a quello della protagonista).
Mentre l'altro cliché è la ragazza impegnata ai fornelli per fare il cioccolato più buono per il proprio ragazzo, penso che questo lato sia quello più dolce e carino che possiamo incontrare negli shoujo soprattutto se ci imbattiamo in un primo amore.



Voi come festeggiate San Valentino? 
Io riprendo solo la tradizione del "fatto in casa con amore". Ogni anno al mio ragazzo faccio i biscotti di pasta frolla a forma di cuore, ho provato a fare i cioccolatini ma non sono stati troppo apprezzati perché lui non ama i dolci (e poi non capivo perché ma avevano la tendenza a sciogliersi se non stavano in frigo o.O). Ovviamente niente White Day ("siamo in Italia" come direbbe lui), quindi mi arriva il giorno stesso una confezione a forma di cuore di Baci Perugina che a-d-o-r-o *.*

4 commenti:

  1. Noi invece dividiamo la festa in s.valentino e white day :D

    RispondiElimina
  2. Ricordo di aver scoperto questa cosa del cioccolato con Lovely Complex e se non sbaglio c'e anche in Host Club e Kimi ni Todoke...?

    Io a s.valentino accarezzo i gatti xD

    RispondiElimina
  3. È un "evento" che si vede spesso nei manga, in Lovely Complex me lo ricordo, io penso di averlo scoperto con Card Captor Sakura.

    Va beh, trasmetti taaanto amore ai gatti ♥

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...