sabato 19 marzo 2016

Cup of Coffee #3: parliamo di bei libri, pochi film e si va a sciare *A*


Eccomi qua con un po' di chiacchiere su vari argomenti. Avete la vostra tazza di caffè fumante tra le mani? Bene, iniziamo parlando di ...

Libri: si torna a leggere!

Questo mese ho letto, ho finalmente cominciato la mia challenge annuale su GoodReads spuntando 3 libri su 30. Meglio di niente soprattutto perché sono state ottime letture che mi hanno appassionata, e per due di queste ringrazio Annie di La Tana di una Booklover, una delle mie book-blogger di fiducia, nel 2015 non ho sbagliato un colpo seguendo i suoi suggerimenti.

"Il Dominio del Fuoco" di Sabaa Thair: genere historical fantasy con alcuni cliché dei distopici attuali (una "selezione", vi dice niente?).
Scritto in prima persona alternata come piace a me, ma purtroppo il tempo verbale è al presente ed è una cosa che odio, però come mi era già capitato per Regina Rossa, sono riuscita a trovarlo molto scorrevole, ben scritto e coinvolgente. Si, sono stata davvero catapultata per bene in questo nuovo universo, un world building fantastico, senza buchi esistenziali. Il mondo creato dalla Tahir riprende un po' l'antica Roma e le terre del medio oriente, e per non perdervi è fornito di ben due cartine che  aiutano il lettore a spostarsi qua e là.
Elias un protagonista maschile tormentato, che vuole fuggire da un'orrenda realtà che non fa altro che rincorrerlo, diviso tra il profumo della libertà e la sua migliore amica, Helene (♥) che lo riporta al dovere. Laia, una protagonista che si aggrappa al desiderio di salvare suo fratello, l'unico famigliare rimasto in vita. Un ragazza che non avrà trattamenti di favore, che non dimostrerà eroismo e grandi potenzialità uniche, ma armata solo di un grande cuore ce la metterà tutta. Amicizia, amore, mistero, lealtà e sacrificio scanditi da un'allettante spiffero di liberà: sono queste le parole che associo a questo libro.

"La prima cosa bella" di Bianca Marconero: l'autrice mi ha stregata con la saga di Albion (ve l'avevo nominato nel recap annuale), e posso assicurarvi che ha fatto centro di nuovo con La prima cosa bella. Bianca Marconero ha una modo di scrivere coinvolgente, ti trascina letteralmente dentro la testa di un ragazzo insicuro, testardo e decisamente nerd: Dante Berlinghieri. Se sei una persona agli sgoccioli della tua adolescenza, sulla soglia dell'età adulta, ad un esame per finire l'università, con la paura del dopo che ti attanaglia lo stomaco, sarà facile per te rispecchiarti, ancora di più se sei ricco di passioni inusuali e tentenni a rincorrere i tuoi sogni, mentre gli altri vanno avanti tu rimani là.
La vicenza non viene scandita da capitoli, ma da scene, proprio come il copione di un film, perché alla fine si è nella testa di Dante, un appassionato di cinema. La storia alla fine non ha una trama molto complicata, ma il modo in cui viene trattata e elaborata che la rende unica. Poi quando, per Carnevale, Dante si traveste da Ian Solo e Beatrice, per pura coincidenza, da Principessa Leila ...io mi sono sciolta ♥ Bianca Marconero a messo per iscritto uno dei miei sogni *w*


"Qualcosa di molto Speciale" di Sandy Hall: questo libro è davvero molto particolare, non per la storiella love-love che in sostanza è piuttosto banalotta, ma per il modo in cui è raccontata: abbiamo 14 punti di vista  ma mai quelli dei protagonisti, quindi la loro storia d'amore viene narrata dagli esterni (amici, insegnanti, fratelli, il fattorino, camerieri, uno scoiattolo e una panchina). Buffo, vero? Però vi posso assicurare che l'esperimento è riuscito alla perfezione e mi è piaciuto molto.

Puntavo da un po' questo libro perché io amo quando c'è la prima persona alternata, ma qua abbiamo una sagra di ben 14 personaggi *cavalca unicorni rosa*. E dopo aver letto la recensione di Siannalyn mi sono decisa: non potevo perdermelo. Consigliato se volete immergervi in uno stile narrativo originale! 



Film: spuntati solo due dalla mia lista.

Vi ricordate il "Cup of Coffee #2" dove mi lamentavo di quanti film volevo vedere al cinema, si perché oltre ad amare libri e manga, sono pure una patita di cinema, se fosse per me (per il mio portafoglio) ci andrei anche una volta a settimana.



Primo di tutti, ho visto DeadPool, immancabile non-troppo-supereroe della Marvel, dallo sporco senso dell'umorismo, gentilmente offerto dal mio ragazzo che mi ha accompagnata al cinema (un brindisi a lui!). Mi è piaciuto perché era diverso dai soliti cinecomics, complice il fatto che il protagonista era inusuale e divertente. Attenzione, non portate i vostri bambini al cinema, non è un film per loro, sarete costretti a coprirli occhi e orecchie in continuazione durante il film: non è un supereroe per bambini, e nonostante sia stato ribadito più volte in tv e sui giornali, molti genitori non l'hanno capito (e si sono pure lamentati...)
Non mi metto a paragonarlo al fumetto perché, ahimè non leggo Marvel e compagnia bella, magari ma purtroppo non sono fornita di un amico a cui scroccare i fumetti, e fidatevi che i manga mi bastano e avanzano. Sono andata piuttosto alla cieca con il personaggio di DeadPool, non mi ero granché informata, sapevo solo che era un supereroe diverso.

Il secondo film è stato The Danish Girl, due aggettivi soltanto servono per descrivere questo film: sensuale e delicato. Non è un film per tutti secondo me, bisogna avere un briciolo di sensibilità per apprezzarlo anche perché tratta un argomento che molti ignoranti, a gratis, insultano: il transgender. Devi vedere oltre il film, oltre le apparenze delle immagini che scorrono sullo schermo, gioca tanto sulla psicologia, sulle emozioni e sulle gestualità. È difficile immedesimarsi nel protagonista però comunque tenta in qualche modo di avvicinarti, di provare a capirlo. L'attrice non protagonista ha vinto il premio Oscar quest'anno e posso dire che se lo è meritato. Sono tentata a leggermi il libro :3




Oscar? Volete che parliamo degli Oscar? Ma no dai, non vorrei annoiarvi con i miei vaneggi, anche perché avrei un sacco di cose da dire. Ok, forse una cosa la voglio dire: Leonardo Di Caprio si sarebbe meritato sto benedetto Oscar per altri suoi film precedenti, non per questo. Punto.



A sciare in Austria: Bad Kleinkirchheim

I primi di marzo, l'8 marzo, io e il mio ragazzo abbiamo festeggiato i 4 anni insieme, e abbiamo deciso di andare due giorni e una notte da qualche parte. Ormai non ci facciamo più regali, preferiamo risparmiare e andare a farci un giretto ogni tanto.


Vista dalla camera dell'hotel, la nebbia incombe sulle piste

Lui: "Dove vuoi andare? Terme o sciare?"
Io: "Sciareeee ♥"

Sapete, ho fatto per tanti anni sci come sport a livello agonistico, quindi mi fa strano andare ora a sciare una o due volte all'anno quando una volta mi allenavo quasi ogni week end, così appena sento l'opzione sciare, le altre nemmeno le considero. La nostra meta è stata l'Austria, zona Carizia, posto Bad Kleinkirchheim ...BKK per gli amici.
Ha un ottimo comprensorio di piste, e con un buon ritmo in una giornata si riesce a farle tutto (garantito da me!). La strada non è piena di tornanti, è piuttosto tranquilla rispetto alle strade di montagna che si percorrono per arrampicarsi sulle Dolomiti, quindi anche i piloti meno esperti ci arrivano senza tanti problemi.

Dopo il 5 marzo molti hotel includono nella notte anche uno skipass giornaliero, quindi una combinazione niente male *A* BKK è molto famoso anche per le terme e se hai lo skipass puoi ottenere il 50% di sconto, oppure se sei studente ti fanno il 20%. Non sono particolarmente costose secondo me: 25€ prezzo pieno tutto il giorno, e hai piscine per cazzeggiare o affogare cullati dall'idromassaggio, e poi le saune. La cosa più bella? La piscina all'aperto ♥ praticamente stai in acqua calda calda fuori, circondato dalla neve, un'esperienza davvero fantastica! (e se vai in quelle "fighe" la piscina all'aperto è proprio davanti alle piste da sci, ma noi abbiamo preferito quelle per i comuni mortali, belle comunque.)

Per i giorni della nostra vacanzetta era prevista tormenta di neve, ma meno male che il meteo si è sbagliato. Il cielo era sempre nuvoloso e grigio, un po' nevicava ogni tanto ma era leggera leggera, non dava fastidio, al massimo se andavi fino sul cucuzzolo ti imbattevi in brutti banchi di nebbia. Le temperature erano giuste, si stava bene e pure la neve ha retto bene fino alla fine della giornata, anche se c'era abbastanza neve fresca visto le forti nevicate del week end precedente. Vi piace sciare? Considerate l'Austria ♥ da Trieste sono due orette abbondanti!

10 commenti:

  1. I tre libri di cui hai scritto non li avevo mai sentiti nominare e devo dire che, pur non essendo un'amante di romanzi "slice of life" o puramente romantici, il terzo mi ispira :) Mi ispira anche il primo, ma con il distopico recente ci vado con i piedi di piombo ormai XD ne ho sentite davvero di tutti i colori :/

    Come sai per Deadpool la pensiamo uguale ;)
    Danish Girl non l'ho ancora visto ma conto di recuperarlo prima o poi >.<

    Che bello saper sciare! *^* Io non ho mai provato, anche perchè dove sto io (Sicilia) è un'attività impossibile da provare praticamente XD
    Sono contenta che ti sia divertita! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io pure ci vado con i piedi di piombo per i distopici o.o però questo, a pare la "selezione" e la divisione in classi ricchi-poveri è più tendente al fantasy e per questo mi è piaciuto, insomma è un mondo a parte, niente futuro lontano.

      In effetti in Sicilia penso che sia difficile XD avete un clima caldo là giù per la neve

      Elimina
  2. Qualcosa di molto speciale era già tra i libri che desideravo, ma grazie alla tua recensione non vedo l'ora di leggerlo ^^
    Danish Girl purtroppo non lo sono riuscita a vedere al cinema, lo recupererò sicuramente!
    Fantastica la vacanza, io non ho mai provato a sciare, ma mi piacerebbe fare questa esperienza! Immagino i paesaggi fantastici che hai visto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di sapere cosa ne pensi del libro allora ^^
      Quest'anno c'era tanta neve finalmente, gli ultimi anni scarseggiava, quindi posso dire di aver visto un paesaggio ben innevato *A*

      Elimina
  3. Sono contenta per le tue letture e per il tuo week-end romantico/sciistico! ^_^
    Il dominio del fuoco per me è stata una lettura deludente. Non che fosse un brutto libro ma mi aspettavo altro. La prima cosa bella sto letteralmente morendo dalla voglia di leggerlo! E sono contentissima che Qualcosa di molto speciale ti sia piaciuto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato per Il dominio del fuoco ): La prima cosa bella è molto carino *w* è stata una piacevole sorpresa come lettura

      Elimina
  4. Il mio ragazzo ha ricevuto "Il dominio del fuoco" a Natale, quindi ce l'ho in casa, ma non mi ispira tantissimo. Bella l'idea di "Qualcosa di molto speciale".
    "Deadpool" mi è piaciuto, "The danish girl" mi manca, ma il libro mi ispira più del film.
    Concordo su Di Caprio.
    Che bella la tua vacanza! Non sapevo sciassi a livello agonistico, ti ammiro :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^^ scio davvero una vita emi piace un sacco.
      Io il libro di The Danish Girl sono davvero tentata di prenderlo visto che il film mi è piaciuto molto :3

      Elimina
  5. anche a me è piaciuto molto deadpool, o per lo meno io mi ci sono sbellicata dalle risate.. Di quei libri non ho letto niente, ma il primo è nella mia wish list da un pòquindi vediamo se riesco a recuperarlo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono sbellicata dalle risate pure io XD alla fine penso che il film sia stato creato apposta, anche perché la trama come eventi era piuttosto banale ...l'umorismo l'ha migliorato molto

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...