martedì 24 gennaio 2017

Recensione: Mata Ashita - Sarà amicizia o amore?

Buongiorno ♥ oggi vi delizio con una recensione di un breve manga inedito che ho finito di leggere ultimamente grazie a Amethyst Eye Forum che l'ha tradotto tutto e anche bene. "Mata Ashita" è uno shoujo inedito e concluso di Mayu Murata, mangaka che conosciamo grazie a "Shooting Star Lens" pubblicato qui da noi dalla Star Comics. Perché ho scelto di leggerlo? Ammetto che adoro alla follia i suoi disegni!!


Titolo: Mata Ashita
Autore: Mayu Murata
Anno di pubblicazione: 2015
Magazine giapponese: Ribon
Volumi: 3

"Towa è sempre stata timida a rapportarsi con i ragazzi, e ciò l'ha portato a sviluppare un carattere molto mascolino. Entrando alla scuola superiore però decide di provare a diventare amica del sesso opposto, e grazie alla sua irrefrenabile energia ha subito successo. Due ragazzi molto particolari cominceranno a interessarsi a lei diventando suoi amici, ma il cuore di Towa piano piano comincerà a battere in modo diverso e dovrà fare i conti con un sentimento più forte che va ben oltre l'amicizia."


“Mata Ashita” è una lettura piacevole per chi ama gli shoujo scolastici e i manga di Ribon. Con sua semplicità, e un pizzico di banalità, si è rivelato una lettura spensierata fatta di vita scolastica, energia, amicizia e l’immancabile primo amore.

Murata sensei abbandona l’ambientazione da scuola media vista in “Shooting Star Lens” e ci catapulta al liceo, cercando di maturare sia il carattere dei personaggi e il loro modo di affrontare la vita, sia i disegni abbandonando il lato bambinesco. 


Il vero punto di forza di questo shoujo è la protagonista che stacca perfettamente dalle eroine shoujo introverse e insicure, regalandoci una studentessa estroversa, mascolina e intraprendente. Towa è una ragazza per niente femminile sia nella cura dell’aspetto, sempre molto sportiva e con i capelli perennemente spettinati, sia nei modi di fare che ricordano quelli di un ragazzino. La sua passione principale è lo sport dove eccelle facilmente, ed è anche molto amichevole e brava a socializzare con tutti, perfino con i ragazzi tanto temuti.

Towa è una ventata di aria fresca che fa sempre bene incontrare in qualche shoujo. Il cliché ricorrente però di questo stereotipo di ragazza forte è l’imbranataggine nel momento in cui arriva l’amore. Essendo una persona molto pratica e amichevole, nonostante i timori iniziali, legherà ben presto con i maschi ma le sarà difficile capire quale ragazzo nutrirà un interesse verso di lei diverso dall'amicizia, tanto che quando accadrà precipiterà dalle nuvole e non saprà come comportarsi, se ricambiare o trovare il modo di ripristinare l’amicizia. Ci saranno due ragazzi a girarle attorno, due ragazzi diversi sia dell’aspetto fisico che nei modi di fare che rimarranno affascinati da questa ragazza così forte e diversa. Uno è popolare, bello ma piuttosto insistente, l'altro è introverso e dal fascino tenebroso.
Towa così farà i conti con l’amore, con un sentimento a lei sconosciuto, maturando interiormente e prendendo atto che il tempo del divertimento e dei giochi infantili è scaduto e che c’è altro da scoprire. 


Murata sensei si rivela abile come sempre nell’esprimere i sentimenti della protagonista, è sicuramente il suo punto di forza far trasparire dalle pagine le emozioni, soprattutto per quanto riguarda i personaggi femminili. Al contrario quelli maschili restano abbastanza un enigma, complice il fatto che uno dei due ragazzi protagonisti è pure un tipo dai modi freddi, taciturni e con una paralisi facciale per tre quarti del manga. Non so perché ma i personaggi maschili sono sempre meno percepibili ed espressivi, o al massimo hanno un leggero miglioramento verso la fine del fumetto. Lo stile della mangaka vuole assumere un aspetto più maturo, più da scuola superiore, un po' ci riesce ma non completamente. I disegni sono più sobri, meno infantili e con meno frivolezze. La cosa più fastidiosa sono i volti dei personaggi maschili, molto allungati e spigolosi, mi hanno infastidita molto durante la lettura. 


Nel complesso è un manga che consiglio se cercate una commedia scolastica e poco impegnativa,. È una mini serie coerente e completa in tre volumi più che sufficienti. Alla fine forse c'è pure un pizzico di originalità, non abbiamo un primo amore da colpo di fulmine immediato, ma che si fa strada dall'amicizia trasformandosi piano piano.

5 commenti:

  1. Potrebbe essere una lettura simpatica! Mi piacciono i capelli della protagonista XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un lettura carina per passare il tempo :)

      Elimina
  2. Non lo conoscevo, ma sembra davvero carino! :) Me lo segno subito, e spero di riuscire a leggerlo, visto che ultimamente ho anche ripreso la lettura dei manga, che è stata in sospeso per davvero troppo tempo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene che hai ripreso, aspetto di sapere cosa leggi :) ultimamente sto cercando nuove letture e frugo principalmente tra le scan

      Elimina
    2. Al momento ho deciso di dedicarmi a Classi9 di Yoshimura Tsumuji. Non è un capolavoro e la lettura procede lentamente (anche se non per colpa sua), ma l'idea di base mi piaceva troppo per ignorarlo! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...