martedì 12 dicembre 2017

Acquisti di Claire #29 - Malloppo

Buongiorno ♥ ci sono ci sono, se seguite il mio Calendario dell'Avvento Shoujo sulla pagina Facebook, sapete che sono attiva e sapete pure quanti recuperi manga ho fatto recentemente. Pian piano, nei tempi morti, sto smaltendo le letture e ho deciso di dividere questo malloppo in più post. Mi sono resa conto che i manga di oggi sono gli stessi del post #28!

I mille colori dell'amore 4 - Hatsu Haru 7 - Tsubaki Cho Lonely Planet 4 - Amarsi, lasciarsi 3

  • I mille colori dell'amore 4: il brodo si sta allungando. Questo volume è stato davvero una lettura imbarazzante per quanto è smielato. L'ho letto in treno pregando che nessuno buttasse l'occhio sulle pagine perché davvero è zucchero allo stato puro, ed era da tanto che non mi imbattevo in una cosa così così ...dolcissima! Tra un arcobaleno e l'altro qua i personaggi si girano e rigirano negli stessi problemi, rimandano dichiarazioni e situazioni già ovvie, risolvono un po' di incomprensioni in nome dell'amicizia e poi confido che finalmente il finale sia il punto di svolta. Il problema di questo fumetto è l'illusione che si crea ogni volta alla fine del volume: sembra sempre che i protagonisti raggiungano la svolta nella loro relazione, poi però tutto cambia di colpo nel numero successivo. I volumi in totale saranno 9, mi chiedo ancora quante cose dovranno succedere perché per me con il prossimo la storia potrebbe già concludersi.
  • Hatsu Haru 7: continua a non deludermi! Kai e Riko stanno insieme e piano piano, a piccoli passi, intensificano la loro relazione. I passi però sono davvero piccoli, e Kai è esasperato dal non riuscire a baciare la sua bella, un problema che non ha mai avuto con le sue relazioni precedenti. La cosa carina del fumetto è l'inversione dei ruoli: di solito sono le ragazze a cucinare il bento, il pranzo, per i ragazzi, qui invece sarà Kai che dando prova del suo lato casalingo, realizzerà giorno per giorno il pranzo a Riko, ho trovato tutto ciò adorabile. Oltre ai nostri protagonisti, anche le situazioni tra le altre coppie prendono piede soprattutto tra Miki e Kiyo che fanno fatica ad affrontare il problema dell'altezza. Come in Lovely Complex, Kiyo è molto più alta di Miki, e i complessi personali ogni tanto fanno capolino generando insicurezze.
  • Tsubaki-Cho Lonely Planet 4: continua ad essere lento. C'è ben poco da dire a parte un viaggio ricco di cliché, una mezza dichiarazione dormendo smentita il giorno dopo, un capitolo extra su una coppia che potrebbe formarsi (e che mi ha fatto fangirlare quasi di più di quella principale) e poi una rivelazione finale inaspettata. Finalmente un colpo di scena che potrebbe smuovere un po' i personaggi, soprattutto il Maestro Akatsuki e la sua paralisi facciale che comincia a infastidirmi. Nonostante le situazioni che dovrebbero turbarlo o sorprenderlo, nonostante l'autrice ci faccia conoscere anche i suoi pensieri e il suo punto di vista, il Maestro ha sempre e perennemente la stessa espressione. Questa indifferenza esterna sarà anche una caratteristica del personaggio, il fascino dell'uomo freddo e imperturbabile, che ti fa capire che è una brava persona a gesti, però in alcune situazioni davvero non ci sta!!
  • Amarsi, lasciarsi 3: non delude, però alcune cose non mi hanno convinta. Questo volume tre si basa principalmente sul personaggi di Akari e della sua improvvisa cotta per Kazu, amico d'infanzia di Yuna. Kazu è un ragazzo spontaneo, sempliciotto, che non si fa problemi a dire e a fare le cose, è gentile e non sembra aver interesse per l'altro sesso: Kazu è tutto l'opposto del tipo ideale di Akari. La ragazza nei primi volumi ci è stata presentata molto salda nei suoi valori e nelle sue idee riguardo all'amore, remissiva a cambiare opinione su come secondo lei funzionano le cose, in questo volume avrà di colpo un cambiamento radicale! Certi manga sono troppo lenti, mentre questo cambiamento improvviso di Akari, da ragazza molto logica e razionale, a innamorata persa dal nulla di Kazu, della sua gentilezza e dei suoi modi mi è sembrato quasi affrettato nonostante si voglia giocare sull'imprevedibilità dell'amore. Mi ha sorpreso molto questa svolta, e ora sono curiosa di scoprire di più su Kazu, se è davvero un ragazzo semplice e senza filtri o chissà. Yuna continua a cambiare a piccoli passi, mentre la situazione di Rio, innamorato della propria sorellastra, vi farà piangere il cuore. Questo volume mi è piaciuto, a parte questa svolta caratteriale, questo perdere la testa completamente per un ragazzo mi ha sorpresa molto, di solito la Sakisaka è più lenta nelle evoluzioni dei suoi personaggi!
Abbiamo qualche lettura in comune?

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...