Letture del mese #58: settembre 2020

Buongiorno ♥ Parliamo un po’ delle mie letture di queste mese appena passato, l’estate ci ha lasciato e l’autunno ormai si fa sentire, piove da voi? Con il lavoro è stato un mese intenso quindi in generale non ho letto tantissimo se messo a confronto con i mesi precedenti, ma non mi lamento perché mi sento abbastanza soddisfatta. La lettura che mi è piaciuta di più? Beh, Cesare - Il creatore che ha distrutto di Fuyumi Soryo. Come sono state le vostre letture di settembre?


  • Un bacio a mezzanotte 7, 8 e 9: in questi volumi vengono svelati i passati dei due protagonisti tra Ayase e le origini della sua carriera da idol e ciò che ha incrinato i rapporti con i membri del suo ex gruppo, e Hinana con i suoi traumi infantili e il motivo per cui ha mollato il pianoforte. Viene svelata anche la loro relazione alla famiglia di lei, e nonostante un inizio difficile fortunatamente viene accettata: non è la cosa più sicura del mondo stare con un personaggio dello spettacolo, lo scandalo è dietro l'angolo. Vi dirò che non mi dispiacerebbe l'idea che venga rivelata la loro relazione sulle copertine dei giornali, potrebbe prendere una piega interessante. 
  • Cesare - Il creatore che ha distrutto 1 e 2: la lettura migliore di questo mese, fatta a fine mese. Era da un po’ che puntavo a questo seinen manga di una delle autrici shoujo più apprezzate di sempre, Fuyumi Soryo. Da amante delle serie storiche non potevo lasciarmelo scappare, anche se purtroppo è noto per la sua pubblicazione molto lenta iniziata nel 2006 e che ora conta 12 volumi. Ci troviamo nel Rinascimento italiano, all’Università di Pisa con Angelo De Canossa, che grazie ad una buona parola di Lorenzo De Medici ha la possibilità di studiare. Angelo è un ragazzo intelligente, curioso e molto ingenuo, subito di metterà nei guai non conoscendo le gerarchie tra gli studenti. E sarà proprio a causa di un guaio che conoscerà l'affascinante ed enigmatico Cesare Borgia.
  • Takana e Hana 10 e 11: la cosa che ho apprezzato di più sono stati i sentimenti forti di Hana verso Takane, neanche i sentimenti del suo amico d'infanzia Okamon l'hanno fatta vacillare un attimo. Meno male il loro rapporto non si è rovinato ma sono riusciti a restare comunque amici. Altro fatto comico è il rapimento di Hana per vendetta nei confronti di Takane. È un manga che non annoia mai, che nonostante ogni tanto ricada nel cliché, se ne esce con qualche risvolto comico che cambia completamente la situazione.
  • L’attacco dei giganti 31: qualsiasi cosa dica sarebbe un mega spoiler, non so mai come commentare quando leggo questo fumetto che mi lascia sempre a bocca a aperta volume dopo volume, non annoiandomi mai. Non so davvero come potrebbe andare a finire, chi vincerà ad esempio. Le idee estremiste di Eren sono folli però è pur sempre il protagonista nonostante la componente antagonista che lo sta caratterizzando ultimamente.
  • Blue Flag 6 e 7: ci credete che manca un solo volume alla fine? Io no, sono con il fiato sospeso perché ho paura di un risoluzione veloce, è una storia che ha ancora molto da dire è molti personaggi si devono evolvere. Fino ad ora c'è stato un ottimo lavoro di introspezione, ma un po' temo la fine. Tutta la questione che Toma, la verità nascosta, ha dato uno scossone non da poco alla storia, ma c'era da aspettarselo. Come andrà a finire?
  • La Regina d’Egitto 4: la storia dopo esser andata avanti come un treno nel volume precedente, ritorna nuovamente stabile e si concentra principalmente sull'educazione e il carattere del piccolo Faraone sulla quale la nostra protagonista si appoggia per regnare come Regina Reggente. Ma le basta veramente questo ruolo? Dovrebbe far fuori il suo stesso figlioccio per diventare lei Faraone a tutti gli effetti, e la cosa che inizia a spaventarla molto è che il bambino caratterialmente sta diventando molto simile a suo padre: brutale. Torna poi un personaggio che era stato allontanato e viene a consolidarsi LA ship che molti di noi avevamo fiutato.

0 Commenti